Se noti queste macchie in bocca potresti avere una malattia: occhio e chiama il dottore

Ispeziona attentamente la bocca alla ricerca di queste macchie: se sono presenti nel tuo cavo orale, potresti avere una malattia.

Macchie bianche in bocca
Visita dentistica (Canva – Inran.it)

Sono molti i disturbi che possono colpire il cavo orale. Per questo, un’adeguata igiene di bocca e denti è essenziale per contrastare la proliferazione di placca e batteri. Se noti delle strane macchie in bocca, fai attenzione: potrebbero essere spia di una malattia. Di quale patologia si tratta? Scopriamo insieme le cause che possono spiegare la comparsa di chiazze all’interno del cavo orale e tutti i rimedi per risolvere il problema.

Macchie bianche in bocca: sintomi e cause

Tra i principali responsabili della comparsa di macchie bianche in bocca, c’è il mughetto. Si tratta di un’infezione causata dalla candida, ovvero un lievito che prolifera e si diffonde nel cavo orale.

Tra le persone più a rischio ci sono coloro che hanno un sistema immunitario indebolito, i neonati e gli anziani. Quali sono le cause che possono determinare l’insorgenza di questo problema?

  • Utilizzo di farmaci come corticosteroidi e antibiotici;
  • Stress;
  • Fumo di sigaretta;
  • Diabete non controllato
  • Cambiamenti ormonali;
  • Infezione da HIV;
  • Cancro alla bocca.

POTREBBE PIACERTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Se vedi del sangue quando ti lavi i denti potrebbe essere un chiaro segnale: non sottovalutarlo

Come si manifesta il mughetto? La malattia comporta la comparsa di macchie bianche sulla lingua, sulle mucose, sul palato, sulle gengive, sulle tonsille e sul dorso della gola.

La comparsa di queste chiazze può risultare dolorosa e il loro sfregamento rischia di provocare una lieve perdita di sangue.

LEGGI ANCHE: Tumore alla bocca: i sintomi che non dobbiamo sottovalutare

Raramente, nei casi più gravi, le macchie possono diffondersi anche all’esofago, causando:

  • Febbre, dovuta all’espansione dell’infezione;
  • Sensazione di ostruzione delle vie aeree;
  • Dolore e difficoltà di deglutizione.

Candida orale: cos’è e come si cura

Generalmente, quando si pensa alla candida, si ricollega questo disturbo a un’infezione delle vie genitali. In realtà, però, come abbiamo visto esiste anche la candida orale, anche nota come mughetto.

Questa patologia può manifestarsi non solo in bocca, ma anche in altre parti del corpo, causando la comparsa di rash cutanei.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Per individuare la presenza del fungo nel cavo orale, sarà sufficiente sottoporsi a una visita dentistica. Mediante l’ispezione della bocca e l’eventuale prelievo di un campione, il dentista sarà in grado di diagnosticare il mughetto.

Come si cura questo disturbo? Generalmente, il trattamento prevede l’assunzione di farmaci antifungini per 10-14 giorni. Inoltre, per evitare che il problema possa ripresentarsi, la prevenzione è essenziale.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Quali sono i consigli da mettere in pratica per ridurre il rischio di candida orale? In primo luogo, è essenziale curare l’igiene orale regolarmente, lavandosi i denti almeno due volte al giorno e passando il filo interdentale almeno una volta al giorno.

Attenzione all’alimentazione: si consiglia di limitare i cibi che contengono zucchero e lievito, di cui il fungo si nutre. Infine, è essenziale tenere sotto controllo lo stress: stati di ansia e tensione, infatti, possono aumentare il rischio di insorgenza del mughetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.