Per la pelle sarebbe meglio fare la doccia o fare il bagno? La risposta non è per niente scontata

Per fare un ulteriore passo avanti, fare la doccia e/o il bagno troppo frequentemente può causare più danni che benefici.

Soffione doccia (Canva) Inran.it

Esporre la pelle a troppa acqua più spesso del dovuto può disidratare la pelle, eliminare i batteri benefici, lasciare la pelle irritata e/o infiammata e aumentare il rischio di infezioni. La pelle si pulisce da sola in modo piuttosto efficiente, quindi non è necessario strofinarsi continuamente per mantenere l’igiene.

L’ideale per mantenersi puliti è fare docce brevi e tiepide e usare il sapone solo nella zona dell’inguine, dei piedi e delle ascelle, in pratica in tutti i punti che emanano odore dopo una giornata particolarmente calda o un allenamento.

Bagno o doccia? Cosa è meglio per la pelle

Doccia (Canva) Inran.it

La saponetta comune è progettata per rimuovere gli oli dalla pelle, quindi usarla su tutto il corpo significa privare la pelle di alcuni oli naturali benefici. Ci sono casi specifici in cui si dovrebbe scegliere uno piuttosto che l’altro? Ad esempio, un bagno per dormire o una doccia dopo un allenamento sudato.

LEGGI ANCHE: Colonscopia virtuale, un’alternativa meno invasiva all’esame tradizionale

Se avete avuto una giornata particolarmente stressante e avete bisogno di rilassarvi, i bagni sono incredibilmente benefici per il vostro benessere. I bagni caldi prima di andare a letto possono essere ottimi perché ci riscaldano. L’aumento della temperatura corporea durante la notte aiuta a sincronizzare i nostri ritmi circadiani naturali, portando a un sonno migliore e più profondo, oltre che a un maggiore benessere generale. È stata anche segnalata una diminuzione degli ormoni dello stress (come il cortisolo) con i bagni caldi. È stato inoltre dimostrato che i bagni in acqua possono favorire l’equilibrio del neurotrasmettitore del benessere, la serotonina.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Uno studio del 2018 condotto in Giappone ha analizzato la correlazione tra l’assunzione di bagni da parte delle persone e la salute generale (sia mentale che fisica). Nello studio, i ricercatori del Japan Health and Research Center, della Tokyo City University e della Jichi Medical University hanno riscontrato un calo significativo di stanchezza, stress e dolore in chi faceva il bagno rispetto a chi faceva la doccia.

Con quale frequenza ci si dovrebbe lavare per mantenere l’igiene?

Ci sono molti consigli contrastanti sulla frequenza con cui le persone dovrebbero fare il bagno o la doccia. Molti dermatologi consigliano una doccia a giorni alterni o due o tre volte alla settimana. In condizioni climatiche più calde, potreste non sentirvi a vostro agio con questa frequenza, quindi fare la doccia ogni giorno non è certo la fine del mondo.

Questo vale soprattutto se siete molto attivi. Se volete provare a fare la doccia a giorni alterni, nei giorni in cui non la fate fate una spugnatura e lavate il viso, le ascelle e l’inguine con una salvietta. Per una salute ottimale della pelle, non fate la doccia con acqua calda, ma con acqua tiepida o calda e limitate la durata della doccia a 5-10 minuti. Questo non è solo un bene per voi, ma anche per l’ambiente.

Per quanto riguarda l’igiene, l’ambiente e la pelle, le docce brevi e tiepide/calde sono la soluzione migliore. Se si punta al benessere mentale e al miglioramento del sonno, si consiglia di fare bagni caldi di notte per alleviare la tensione muscolare e portare la temperatura corporea ad un buon livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.