Che carina la pianta di pistacchio 🤩: devi averla anche tu in casa | Guardala e te ne innamori subito

Avete mai visto la pianta di pistacchio? Ecco cosa sapere su caratteristiche e cura di questa graziosa specie vegetale.

Pistacchi
Pistacchi sul ramo (Canva – Inran.it)

Se non conoscete la pianta di pistacchio, è giunta l’ora di rimediare. Infatti, non solo offre frutti dal sapore prelibato, ma ha anche un aspetto a dir poco sbalorditivo. I suoi colori particolari e la sua forma originale la rendono un bellissimo albero decorativo, per rendere accoglienti tutti gli ambienti esterni della casa, dal patio al terrazzo, passando per baconi e giardini.

Pianta di pistacchio: caratteristiche e curiosità

Pianta di pistacchi
Pistacchi sull’albero (Canva – Inran.it)

La pianta del pistacchio è originaria del Medio Oriente. A diffondere la sua coltivazione nel bacino del Mediterraneo sono stati gli Antichi Greci e gli Antichi Romani.

I suoi frutti, infatti, sono conosciuti e apprezzati sin dall’antichità. Nel nostro Paese, la regione in cui la coltivazione di questi frutti è più diffusa è la Sicilia, che vanta il famosissimo pistacchio verde di Bronte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Prendi dei pistacchi e mettili qui: potrai avere una pianta stupenda in casa tua

L’albero del pistacchio ha una vita incredibilmente lunga: basti pensare, infatti, che può vivere fino a 300 anni. Si tratta di una pianta incredibilmente vigorosa, alta in media 5 metri. In alcuni casi, tuttavia, può raggiungere persino gli 8 metri.

Com’è fatta la pianta di pistacchio? Essa presenta una corteccia chiara, che tende ad ingrigirsi con il passare del tempo. Il suo legno è duro e nodoso. La sua consistenza lo rende ideale per lavori di artigianato e fai da te.

LEGGI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Pistacchio: benefici, controindicazioni, calorie, quanti mangiarne al giorno

La fioritura di questo albero ha avvio a partire da aprile. I frutti sono raggruppati in grappoli di forma ovale. Essi racchiudono il seme, ovvero la parte commestibile del pistacchio.

Quali sono le varietà di pistacchio più diffuse nel nostro Paese? Tra le tipologie più coltivate in Italia rientrano:

  • Pistacia vera;
  • Cerasola;
  • Silvana;
  • Insolia;
  • Napoletana (o Bianca).

Come prendersi cura della pianta di pistacchio?

Quali accortezze mettere in pratica per consentire alla pianta di pistacchio di crescere sana e forte?

Attenzione, in primo luogo, alla posizione dell’albero: esso necessita dell’esposizione ai raggi del sole. Per questo, si consiglia di collocarlo in un punto ampiamente illuminato. La pianta, infatti, ha bisogno di una temperatura di almeno 30 gradi per crescere e fruttificare.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Durante l’anno, la temperatura non dovrebbe scendere mai sotto i 7 gradi. In inverno, però, quando è in riposo vegetativo, tollera anche temperature di -10 gradi.

L’impianto deve avvenire in tardo autunno o in inverno, quando sono in riposo vegetativo. Così facendo, avranno tempo fino a primavera per mettere le radici nel terreno senza subire troppo stress.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Dopo quanto tempo dall’innesto la pianta inizia a produrre i suoi frutti? È necessario attendere un arco di tempo compreso tra i 4 e i 5 anni per la fruttificazione.

La raccolta dei frutti avviene da agosto a ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.