Smalto semipermanente: come rimuoverlo da solo senza creare danni alle unghie!

Grazie a questa guida scoprirai molto sullo smalto semipermanente e soprattutto come rimuoverlo per evitare eventuali danni alle unghie!

cura unghie danni
Donna che rimuove lo smalto semipermanente (Canva – Inran.it)

Sei alla ricerca di qualche consiglio e trucchetto affidabile che ti permetta di eliminare il semipermanente comodamente a casa tua: ti basterà solo seguire pari passo come eliminarlo nella maniera corretta senza evitare errori e danni alle unghie di qualsiasi genere. Inoltre in questo modo potrai sempre replicarlo in casa ed anche un idea valida e super economica.

Grazie a questi utili consigli risparmierai molti soldi al mese e soprattutto vedrai che il tuo portafoglio ti ringrazierà. È importante prendersi cura della propria salute, non solo la parte interiore, ma anche la parte esteriore essendo nella donna l’aspetto fisico il bigliettino da visita. Prendersi cura della propria pelle, delle proprie mani o del proprio corpo ti gioverà molteplici benefici psico-fisici: provare per credere.

Smalto Semipermanente: come rimuoverlo senza danni alle unghie!

cura unghie
Kit per la manicure (Canva – Inran.it)

Grazie a questi utili consigli per una giornata ti sentirai la tua estetista di fiducia, l’unica cosa che dovrai fare è seguire a menadito tutti i passaggi per evitare danni alle unghie di qualsiasi genere o di commettere errori madornali. Per la rimozione del semipermanente in casa gli strumenti e i prodotti sono i seguenti:

  • Solvente specifico per il semipermanente;
  • Bastoncino di legno di arancio;
  • Buffer e lima a grana fine 180/120;
  • Spingi cuticole;
  • Olio per cuticole;
  • Tronchesine;
  • Smalto indurente;
  • Dischetti di cotone;
  • Carta argentata;
  • Crema per le mani.

Innanzitutto è importante che agire in maniera delicata evitando il più possibile di irritare sia le unghie che la pelle. Inizia con l’eliminazione dello strato superiore dell’unghia, dopodiché versa il solvente sul dischetto di cotone e adagialo sulle dita fermandolo con un foglio di carta stagnola. Sigilla per bene le dita e lascia che il solvente agisca per almeno 20 minuti, una volta trascorso il tempo libera le dita e con un bastoncino in legno inizia ad eliminare i residui di semipermanente.

Una volta eliminata ogni traccia di prodotto residuo, ripassa sulle unghie un dischetto di cotone imbevuto di solvente. A questo punto munisciti di uno spingi cuticole e con una tronchesine elimina le pellicine e ripassa il buffer su tutte le unghie. La nuova tendenza: il micro french farà sicuramente al caso tuo: ecco di che si tratta!

SE NON VUOI PERDERTI I NOSTRI AGGIORNAMENTI  ED ESSERE SEMPRE IL PRIMO A CONOSCERE LE ULTIME NOTIZIE, PUOI SEGUIRCI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL: TELEGRAMINSTAGRAM e TIKTOK

Non ti resta che limare le unghie, accorciarle eventualmente e versa due strati generosi di smalto indurente. Non farti scappare questa guida sulla cura delle unghie! Infine non dimenticarti di ammorbidire il giro cuticole e la zona trattata con un prodotto oleoso specifico. Puoi ultimare i vari passaggi applicando sulle mani uno strato generoso di crema emolliente ed idratante al burro di karité e il gioco è fatto!

Nicolas De Santis

Impostazioni privacy