Treni storici: il ritorno di un itinerario alla scoperta delle Ville Pontificie

Come fare per potere montare su uno dei treni storici più belli che esistano nel nostro Paese. Alla scoperta delle meraviglie tra Vaticano e Castelli Romani.

Vista panoramica di Castel Gandolfo
Vista panoramica di Castel Gandolfo (Canva – inran.it)

I treni storici sono un modo bellissimo per visitare luoghi nuovo o già visti e per poterli ammirare da un’altra prospettiva. E possiamo andarci in qualsiasi stagione, magari approfittando di questo o di quel ponte festivo. Tra le idee più consigliate per potere godere di una bella giornata od anche più fuoriporta c’è la seguente.

Possiamo pensare di montare sui treni storici che ci portano alla scoperta delle bellezze naturali ed anche artistiche per tutta l’Italia. Ma in particolare abbiamo il convoglio che ci porta in giro per le Ville Pontificie di Castel Gandolfo, nel bel mezzo dei Castelli Romani.

Castel Gandolfo è nota per essere da moltissimo tempo la residenza estiva del papa. Sono tanti i pontefici che hanno trascorso lì parecchie settimane nel corse dell’estate, con questa tradizione che continua ancora oggi. Fra i treni storici esistenti nel nostro Paese, questo di Castel Gandolfo e che ci condurrà alla scoperta delle bellezze della località laziale è tra i più belli che potremmo mai scegliere.

Treni storici, come prenotare per il viaggio fino a Castel Gandolfo

Una indicazione dei Musei Vaticani
Una indicazione dei Musei Vaticani (Canva – inran.it)

L’itinerario previsto rimarrà in vigore fino al 4 novembre 2023, in base agli accordi presi tra il Gruppo Ferrovie delle Stato Italiane ed i Musei Vaticani. Sarà possibile montare sul treno storico di Castel Gandolfo ogni sabato, per andare dalla stazione vaticana fino per l’appunto alla località dei Castelli.

Nel mezzo sono previste tappe ai Musei Vaticani, ai Giardini Vaticani e c’è poi la meta finale rappresentata dai Giardini delle Ville Pontificie. Questo sarà un modo perfetto anche per spostarsi fino ai Castelli Romani (sapevi perché si chiamano così?) senza doversi curare di restare imbottigliati nel traffico e di dovere trovare parcheggio nel fine settimana. Una impresa a dir poco impossibile. Gli orari dei viaggi sono i seguenti:

SE NON VUOI PERDERTI I NOSTRI AGGIORNAMENTI  ED ESSERE SEMPRE IL PRIMO A CONOSCERE LE ULTIME NOTIZIE, PUOI SEGUIRCI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL: TELEGRAMINSTAGRAM e TIKTOK

Andata

  • 10.57 – ROMA SAN PIETRO VATICANO;
  • 11.08 – ROMA SAN PIETRO (ITALIA);
  • 12.04 – CASTEL GANDOLFO;
  • 12.12 – ALBANO LAZIALE.

Ritorno

  • 17.18 – ALBANO LAZIALE;
  • 17.24 – CASTEL GANDOLFO;
  • 18.20 – ROMA SAN PIETRO (ITALIA).

E come se non bastasse i viaggiatori del treno storico di Castel Gandolfo potranno anche accedere con un accesso riservato ai Musei Vaticani, alla Cappella Sistina ed ai già citati Giardini Vaticani, oltre che alla residenza estiva pontificia. È possibile consultare il sito web ufficiale dei Musei Vaticani per potere procedere con la prenotazione dei biglietti e per potere consultare altre informazioni più approfondite. Come detto, i viaggi sono previsti ogni sabato.

Impostazioni privacy