Piante: quando e come annaffiarle per farle crescere sane e forti

Se una delle tue passioni è il giardinaggio, non puoi perderti questa guida su come avere e crescere delle piante sempre sane e forti!

piante sane giardinaggio
Donna che annaffia i germogli (Canva – Inran.it)

È davvero soddisfacente essere circondati da particolari piante verdi davvero benefiche per la tua salute psico-fisica. Infatti in natura esistono piante in grado di ristabilire la gusta umidità nell’aria presente nella tua dimora, ma soprattutto in grado di alleviare lo stress e il cattivo umore. Affascinante come la natura sia in grado di riservare parecchie sorprese!

A tal proposito è un bene per la salute occuparsi delle piante, curarle nel migliore dei modi, secondo recenti studi che sia un vero toccasana per la mente e anche per i muscoli. Grazie a questa guida scoprirai come prenderti cura delle tue piante e soprattutto tutti i consigli per farle crescere e annaffiarle a regola d’arte.

Ecco come crescere piante sane e forti!

piante sane rimedi
Uomo che annaffia le piante in giardino (Canva – Inran.it)

Innanzitutto è giusto che tu sappia che ogni pianta ha le sue particolari esigenze e con questo anche l’annaffiatura cambia. L’ideale è in primavera di annaffiarle una volta alla settimana, in estate ogni due giorni e all’ombra in giardino ogni 4 giorni. È giusto che tu sappia anche che le piante hanno bisogno di mangiare e quindi di particolari concimi.

In commercio è possibile acquistare qualsiasi fertilizzante possibile e tutto quello che eventualmente ti servirà per curarle o farle crescere nel migliore dei modi. Si consiglia di concimare durante la stagione della crescita ovvero in genere con l’arrivo della primavera.

Fai attenzione però alle dosi e di seguire sempre il foglio illustrativo: è sempre meglio di una dose in meno che una in più. Non dimenticarti che la scelta del terriccio è fondamentale, anche in questo caso dipende dalla pianta.

Per questo si consiglia di valutare il ph riportato sulla confezione del terriccio e calcolare che per avere un terreno neutro i valori dovranno oscillare dal 6,2 a un massimo di 7,3. Per questo si consiglia in tal caso di aggiungere una manciata di sabbia o torba al terreno. Non perderti questa guida sugli errori comuni che commettono molte persone quando curano le proprie piante!

SE NON VUOI PERDERTI I NOSTRI AGGIORNAMENTI  ED ESSERE SEMPRE IL PRIMO A CONOSCERE LE ULTIME NOTIZIE, PUOI SEGUIRCI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL: TELEGRAMINSTAGRAM e TIKTOK

Inoltre è importante anche la sistemazione delle piante che dovrà essere ben studiato, ma soprattutto lontano dalla luce diretta del sole o ne risentirà l’intera pianta. Fai attenzione a foglie secche, appassite o qualche macchiolina particolare sulla pianta, questi segnali sono indice che la pianta si sta ammalando e soggetta a l’infestazione di qualche parassita o insetti. A tal proposito grazie a questi utili consigli e questo metodo naturale potrai realizzare in casa un repellente naturale contro insetti e parassiti!

Nicolas De Santis 

Impostazioni privacy