L’antistaminico che fa dimagrire: la novità piuttosto allarmante | Cosa sta accadendo

Cosa c’è da sapere su questo argomento: l’antistaminico che fa dimagrire ma che comporta anche delle complicazioni per la salute.

Le controindicazioni del farmaco antiallergico
Una donna misura il proprio girovita (Canva – inran.it)

Attenzione all’antistaminico che fa dimagrire. Si tratta di un prodotto che sta ricevendo una grossa pubblicità sui social network e su TikTok in particolare, dove lo stesso viene descritto come un efficace rimedio per dimagrire subito e senza sforzo. Ed è un po’ il sogno di tutti perdere dei chili di troppo in modo immediato e privo di sacrifici.

Ma non è tutto oro ciò che luccica ed anche l’antistaminico che fa dimagrire non fa eccezione. Il tam tam mediatico riferisce solo di quello che è l’aspetto più apprezzato legato alla sua assunzione, ma nessuno parla di quelli che possono essere gli effetti collaterali.

Qual è l’antistaminico che fa dimagrire, di che cosa è composto e cosa va assolutamente appreso allo scopo di non procedere con una assunzione alla leggera? E soprattutto, quali sono le possibili controindicazioni? Non bisogna sottovalutare quelli che sono i rischi riscontrati.

L’antistaminico che fa dimagrire

Le controindicazioni del farmaco antiallergico
Una donna con la nausea (Canva – inran.it)

Non deve ingannare il fatto che anche delle celebrità abbiano pubblicizzato il prodotto farmaceutico in questione. Si tratta dell’Acido Linoleico Coniugato o CLA. L’utilizzo originario per il quale tale medicinale andrebbe prescritto riguarda la sua capacità di alleviare i negativi effetti che derivano da allergie e reazioni simili.

L’Acido Linoleico Coniugato o CLA riesce a mitigare fenomeni come prurito, rossori, dermatiti e quant’altro e funziona su di una base di ciproeptadina, che lavora in tutto e per tutto come sorotonina ed istamina.

l’Acido Linoleico Coniugato o CLA sembra lavorare in maniera diversa rispetto ai soliti antistaminici. Di solito prodotti del genere comportano una resistenza a livello di presenza dell’insulina, con un blocco nel calo di quella che è la massa grassa effettivamente presente. Inoltre si hanno anche altre conseguenze come una inattesa sonnolenza, che può diventare via via più marcata a seconda di una somministrazione più intensa.

Quali sono i rischi noti possibili

Le controindicazioni del farmaco antiallergico
L’interno di una farmacia (Canva – inran.it)

Con l’Acido Linoleico Coniugato si punta a ridurre le riserve immagazzinate di grasso ed a fortificare le difese dell’apparato immunitario. Si tratta di un omega 6, ovvero di un grasso polinsaturo buono di origine per lo più vegetale.

SE NON VUOI PERDERTI I NOSTRI AGGIORNAMENTI  ED ESSERE SEMPRE IL PRIMO A CONOSCERE LE ULTIME NOTIZIE, PUOI SEGUIRCI SUI NOSTRI CANALI SOCIAL: TELEGRAMINSTAGRAM e TIKTOK

Tra i rischi connessi ad una sua assunzione indiscriminata si hanno situazioni già riscontrate in alcuni casi come la comparsa di diarrea, nausea, stanchezza e spossatezza diffuse, problemi nella digestione, mal di stomaco e rallentamento nei processi che portano il sangue a coagulare.

Se ne sconsiglia l’uso anche in caso di sindrome metabolica e di diabete in corso. Come con ogni prodotto farmaceutico bisogna sempre andarci cauti e richiedere un consulto al proprio medico di base, prima di procedere con un qualsiasi utilizzo.

Impostazioni privacy