Il metodo per “ingannare” il corpo rendendo la camminata produttiva come la corsa

Se riusciamo a rendere la nostra consueta camminata produttiva più di quanto non sia già i risultati saranno migliori. In che modo ci possiamo riuscire.

Una camminata produttiva è quello che serve al nostro corpo per avviarsi verso una perdita di peso costante, consentendo al contempo ai muscoli di rassodarsi ed al fisico di acquisire una maggiore resistenza. La passeggiata è una delle attività motorie di base consigliate se non si vuole frequentare una palestra od una piscina. Questa ed alcuni esercizi di fitness mirati, come ad esempio quelli che servono per allenare le braccia, se compiuti tutti i giorni o comunque almeno un giorno si ed uno no, apporteranno grandi benefici sia in termini di forma che di benessere mentale.

Camminata produttiva, i consigli per dimagrire prima e meglio
Delle scarpe ginnastica in primo pianto (Foto Canva – Inran.it)

Ma una camminata produttiva può definirsi tale quando rispetta certi standard. Il consiglio è quello di tenere una andatura veloce con un passo svelto, allo scopo di sollecitare il metabolismo a lavorare come si deve. Anche solo per sessioni quotidiane di mezzora riusciremo a trarre grande vantaggio da ciò. Proprio l’intensità fa la differenza. Per quanto sia piacevole infatti, passeggiare adagio non serve a granché in termini di dimagrimento. Sarà il nostro corpo a farci capire di essere pronto ad alzare l’asticella, ad esempio con un respiro molto meno affannoso dopo gli sforzi.

Camminata produttiva, i consigli per renderla più efficace per dimagrire

Camminata produttiva, i consigli per dimagrire prima e meglio
Una camminata in campagna (Foto Canva – Inran.it)

E noi non dovremo tirarci indietro. A quel punto, anziché per mezzora potremo camminare a livello sostenuto per tre quarti d’ora alla volta. Solleciteremo il fisico a bruciare le riserve di grasso, a consumare più calorie di quelle che abbiamo assunto ed a rafforzate il tessuto muscolare globale. Ad un certo punto potremo anche provare la corsa leggera anziché la passeggiata. Se ci riusciremo senza problemi in quanto a resistenza ed a respirazione allora vorrà dire che stiamo andando nella giusta direzione. E saremo anche in grado di velocizzare la nostra perdita di peso.

Un’altra cosa da fare sarà scegliere dei percorsi in salita. Sono molto utili in termini di allenamento. Se propenderemo per questa scelta potremo anche accontentarci di sessioni più brevi, di circa un quarto d’ora. Poi anche in questo caso, con il passare delle settimane, saremo liberi di aumentare il minutaggio man mano che trascorre il tempo.

Con qualche accorgimento sarà anche più piacevole

Camminata produttiva, i consigli per dimagrire prima e meglio
Una persona che cammina nella natura (Foto Canva – Inran.it)

Difatti potrebbe capitare di camminare ma di accorgersi che la cosa non ci stia servendo granché per smaltire i chili in eccesso. Allora ci sarà bisogno di rendere la cosa più stimolante e meno rilassante. Quindi propendiamo per una velocità maggiore e per i percorsi in salita. E facciamo in modo che il tutto sia più piacevole andando in compagnia o con l’impiego di un supporto tecnologico che ci possa intrattenere con della musica o con qualcosa di gradevole da ascoltare. Magari anche scegliendo un percorso che sia immerso nella natura, con poche persone intorno. Renderà i nostri allenamenti più belli e non ci sarà alcuna pressione psicologica legata alla sensazione che il tempo stia trascorrendo con fin troppa lentezza.

Impostazioni privacy