La biofobia è sempre più diffusa e forse anche tu ne soffri: cosa c’è da sapere

Cos’è la biofobia e come mai si è diffusa a dismisura? Eccoti la risposta a questa e ad altre domande su questo particolare fenomeno.

L’essere umano è una creatura davvero unica, la nostra mente è molto complessa e a volte è incredibilmente difficile decifrarla nel modo giusto. Sono diversi i ricercatori in tutto il mondo che, ancora oggi, cercano di capire i segreti celati dietro la mente umana.

phobia
Scritta su lavagna (Canva – Inran.it)

Negli ultimi anni non solo sono aumentati i casi di malattie mentali tra i più giovani, ma ne sono nate anche di nuove, spingendoci a domandarci: sappiamo davvero tutto sulla nostra mente o c’è ancora un mondo da scoprire?

Al mondo esistono migliaia di fobie diverse, c’è chi ha paura degli insetti, chi del buoio, chi del disordine ed esiste addirittura la Hipopotomonstrosesquipedaliofobia: la paura delle parole insolitamente lunghe! Una delle condizioni meno conosciute però è senz’altro la biofobia, purtroppo questa tende a mostrarsi sempre più frequentemente in tutto il mondo, soprattutto tra le nuove generazioni. Prima però bisogna capire cos’è la biofobia e come mai è fondamentale capirne le cause.

Biofobia: cos’è, come nasce perché si è diffusa

Avere una fobia non è altro che provare una forte e irrazionale paura verso qualcosa, che sia un oggetto, un animale, una malattia o addirittura un concetto. Sono molte le persone che soffrono invece da fobia sociale, una condizione che rende difficile integrarsi nella società.

biofobia uomo
Donna impaurita su panchiona (Canva – Inran.it)

A questo punto però in molti si chiederanno: “ok, allora cos’è la biofobia?”. La biofobia non è altro che  una forte paura di piante, animali, elementi naturali, luoghi e situazioni che non hanno a che fare con il proprio abitudinario. La biofobia si potrebbe intendere proprio come una fobia verso la natura e i suoi abitanti, sentendosi più al sicuro in costruzioni, nei prodotti e nei luoghi abitati dall’uomo.

Sono diversi gli studi che cercano le cause di questo fenomeno, infatti solo recentemente ci si è approcciati al discorso in modo serio, andando a creare dei test ad hoc per valutare le caratteristiche e le problematiche legate a questa fobia.  Hai mai sentito parlare di rupofobia? Ebbene questa è la paura del pulito: come nasce questa ossessione?

fobia studi
Donna dalla terapista (Canva – Inran.it)

Da queste ricerche si evince che le fobie possono essere state utili per evitare la morte dei nostri antenati in determinate situazioni. Avere paura di una foresta, di un predatore o di rimanere da soli nel bosco sono tutti atteggiamenti nati per salvaguardare la specie. La biofobia però è un problema molto serio e bisognerebbe sempre parlarne con qualcuno, infatti questa fobia potrebbe essere causata dallo stile di vita che l’essere umano sta vivendo in questi anni. Le persone sono sempre più lontane dalla natura e dai suoi abitanti e la circostanza potrebbe essere il motivo per cui sempre più persone ultimamente soffrono di questa fobia.

Nicolas De Santis

Impostazioni privacy