La temperatura da impostare in casa per dormire bene in inverno

Se vuoi dormire bene in inverno allora ti basta seguire questo semplice consiglio: imposta così la temperatura e non potrai sbagliare.

impostare temperatura dormire inverno
Quale temperatura impostare in camera da letto per dormire bene in inverno – Inran.it

Dormire bene è un fattore fondamentale per il nostro benessere. Non solo ci garantisce riposo per ritrovare le nostre energie, ma ci aiuta anche a non avere sbalzi di umore, a far sì che il metabolismo funzioni alla perfezione e ci permette di concentrarci e di svolgere tutte le nostre attività in modo ottimale. In inverno, con il freddo non si dorme di certo bene, per fortuna che ci sono i riscaldamenti. Non tutti lo sanno, ma esiste una temperatura ottimale per garantire un sonno rigenerante in camera da letto. La preferenza tra un ambiente fresco o caldo può variare, ma ci sono regole fondamentali che influenzano non solo il comfort in casa, ma anche la nostra salute.

Qual è la temperatura ideale da impostare per dormire bene in inverno

comfort camera da letto
Camera dal letto confortevole – Inran.it

Non è sufficiente dormire 8 ore ogni notte, per stare bene davvero bisogna considerare anche la qualità del sonno. Ovviamente, si deve creare un ambiente confortevole e rilassante per favorire un buon riposo. Il sonno è influenzato da diversi fattori, tra cui anche la termoregolazione, cioè il controllo della temperatura corporea. L’obiettivo della termoregolazione è preservare la temperatura del cervello e degli organi interni rispetto alle variazioni climatiche esterne.

La temperatura interna del nostro corpo, che si mantiene intorno ai 37°C, subisce minime variazioni ogni giorni secondo un ciclo circadiano. Queste variazioni avvengono anche mentre dormiamo e sono di fondamentale importanza per il nostro riposo. Per consentire al nostro organismo un sonno pieno e rigenerante bisogna impostare la temperatura tra i 18°C e i 22°C.

Se si impostano temperature più basse o più alte, possono verificarsi diverse problematiche. Si può avere difficoltà ad addormentarsi, avere episodi di risvegli notturni, dormire male a causa di un’alterazione delle fasi del sonno, compresa la fase REM.

Un ambiente con una temperatura superiore ai 32°C o inferiore ai 15°C rende difficile attivare i meccanismi di induzione del sonno, anche in persone abituate a dormire con condizioni climatiche estreme. La temperatura dell’ambiente che ci circonda, dunque, influenza anche la salute generale del nostro organismo, bisogna prenderla in considerazione per migliorare la nostra vita.

Impostazioni privacy