Ma quale andare a fare la spesa, io mi coltivo tutto sul balcone: come faccio ad avere piante rigogliose e piene di frutti

Se hai un balcone, ci sono determinati ingredienti che puoi anche evitare di acquistare al supermercato: ecco come coltivarli

innaffiare piante
Come coltivare l’orto sul proprio balcone-inran.it

Sappiamo bene quanto in questo periodo sia sempre più difficile fare una spesa completa. Il disagio diventa ancora più forte, quando si tratta di famiglie con figli a carico che faticano ad arrivare a fine mese. Se prima, quindi, fare la spesa era accessibile quasi a tutta la popolazione, adesso non è più così. L’inflazione ha causato un forte aumento di costi, soprattutto per quanto riguarda i beni e i servizi di prim’ordine.

Si fa quindi sempre attenzione a cosa comprare, si scelgono i prodotti in modo minuzioso, ma soprattutto si cerca di puntare ad ingredienti da utilizzare per più pietanze. Alla Lidl si possono comprare prodotto a poco prezzo e sani.

Con l’arrivo della primavera, poi, molte persone stanno mettendo nel carrello i prodotti di stagione, che tra l’altro sono i più consigliati. Un modo davvero astuto per fare la spesa, è quello di crearsi una vera e propria lista, in modo da non vagare per gli scaffali e lasciarsi tentare dai tanti prodotti che ci offre il mercato. Siamo consapevoli che anche gli ingredienti più poveri hanno raggiunti prezzi spropositati, parliamo della frutta e verdura.

Tuttavia, se si ha un balcone in casa, questo problema non potrebbe più sussistere, perché c’è un modo per realizzare un vero e proprio orto in casa propria. Ma in che modo? Scopriamo tutti i dettagli.

Come coltivare i prodotti, che compriamo al supermercato, sul proprio balcone

pianta
Come coltivare l’orto in casa-inran.it

Non tutti abbiamo il pollice verde, ma questo implica che non possiamo avere un orto in casa, anzi sul balcone. Se hai la fortuna di possedere un giardino, hai già un vantaggio, ma per coloro che non hanno questa possibilità, esistono soluzioni alternative come tavoli da coltivazione, fioriere e vasi. Tuttavia, è importante assicurarsi che i vasi siano ampi in modo che le radici possano svilupparsi liberamente..

L’ideale è posizionare le piante in un’area che riceva almeno sei ore di sole diretto al giorno. Prima di piantare i semi, è fondamentale preparare il terreno aggiungendo sostanza organica per favorire l’attecchimento delle radici e fornire sostanze nutritive. Puoi arricchire il terreno con fertilizzanti acquistabili in commercio o con opzioni naturali come lombrichi, guano, letame o torba.

Per curare un orto in casa, è necessario avere alcuni strumenti essenziali, tra cui guanti, rastrello (per aree più ampie), annaffiatoio, spruzzatore e forbici. Per spazi più ampi, invece servono una carriola e una pala. Quanto alla scelta delle piante, puoi optare per piantine o semi. Le piantine, disponibili nei vivai, sono solitamente più robuste e sane rispetto a quelle dei supermercati.

È essenziale selezionare le colture in base al clima e alla stagione dell’anno. Ad esempio, se vivi in un’area soleggiata, potresti optare per pomodori, melanzane e peperoni. Se c’è poco sple, potresti preferire valeriana, fragole e lattuga. Se coltivi in vaso, ricorda di considerare la profondità. Le fioriere tradizionali potrebbero non essere adatte per coltivare radici profonde come carote, ravanelli o patate.

Impostazioni privacy