Icodec: la prima insulina che richiede una somministrazione settimanale

Un grande cambiamento positivo per i pazienti che soffrono di diabete: la nuova insulina potrà essere iniettata una volta alla settimana.

insulina settimanale nuova scoperta
Insulina settimanale: un grande cambiamento positivo per i pazienti – Inran.it

Immagina quanto possa essere più semplice la vita di un paziente che riduce da 365 a 52 il numero di iniezioni di insulina necessarie in un anno. Questo potrebbe presto diventare realtà grazie all’approvazione da parte dell’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) della prima insulina settimanale al mondo, chiamata Icodec e prodotta da Novo Nordisk. Questo farmaco ha il potenziale di rivoluzionare la vita dei pazienti affetti da diabete di tipo 2 che non rispondono più alla terapia orale.

Una rivoluzione per i pazienti affetti da diabete

insulina icodec
Insulina – Inran.it

Icodec rappresenta una delle scoperte più importanti nel campo del trattamento del diabete dagli anni ’20, quando l’insulina fu scoperta. Attualmente, la terapia insulinica più comune prevede iniezioni giornaliere, un regime che può essere estenuante sia psicologicamente che fisicamente per i pazienti. Ridurre la frequenza delle iniezioni da una al giorno ad una alla settimana potrebbe migliorare moltissimo la qualità della vita dei diabetici.

Non tutti i pazienti con diabete di tipo 2 potranno però utilizzare la nuova insulina. I destinatari principali saranno quei pazienti la cui terapia orale non è più efficace e che hanno bisogno di integrare l’insulina a causa della produzione insufficiente da parte del pancreas. Per quanto riguarda i pazienti con diabete di tipo 1, si rendono necessari altri studi per ulteriori studi per determinare l’idoneità del nuovo farmaco, poiché i dati attuali non sono ancora sufficienti.

È fondamentale chiarire che Icodec non rappresenta una cura per il diabete. L’insulina, sia nella formulazione giornaliera che settimanale, è destinata a pazienti in fase avanzata. La nuova insulina settimanale non è pensata per i pazienti che hanno ricevuto da poco la diagnosi, per i quali sono disponibili altre opzioni terapeutiche.

Oltre ai benefici psicologici, la nuova formulazione dell’insulina potrebbe avere un impatto positivo anche sui costi, sia economici che ambientali, riducendo il numero di iniezioni prodotte e smaltite. Per i pazienti che hanno paura degli aghi, l’idea di fare un’iniezione settimanale anziché quotidiana può rendere la terapia meno intimidatoria e più accettabile.

La nuova insulina settimanale non sostituirà completamente quella giornaliera, ma offrirà un’alternativa per molti pazienti, migliorando la loro qualità di vita e la gestione della malattia. La transizione per i pazienti già in terapia con insulina giornaliera potrebbe richiedere tempo, ma per quelli che iniziano la terapia, l’insulina settimanale rappresenta una promettente opzione. La ricerca e l’innovazione continuano a trasformare il trattamento del diabete, e Icodec è un passo importante in questa direzione.

Per vedere Icodec disponibile in Italia, sarà necessario attendere l’approvazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa). Questo processo richiederà diversi mesi.

Aurora De Santis

Impostazioni privacy