Actifed, il decongestionante nasale a effetto rapido

    ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:12
    0
    160

    Actifed è un farmaco decongestionante nasale, che viene utilizzato per trattare la congestione, in grado di liberare il naso velocemente e per oltre 6 ore, specie in presenza di raffreddore.

    Controindicazioni

    Il farmaco non deve essere somministrato nelle seguenti condizioni:

    Non deve essere assunto in casi di sensibilità accertata ai principi attivi o ad altri antistaminici o componenti presenti in esso. L’impiego è vietato ai bambini che hanno al di sotto dei 12 anni di età, nel periodo della gravidanza e durante l’allattamento al seno.

    È sconsigliata la somministrazione anche ai pazienti in trattamento con alcuni medicinali inibitori, e nelle due settimane successive alla somministrazione. Durante il trattamento per le affezioni delle basse vie respiratorie, compresa l’asma bronchiale, è severamente vietato l’impiego.

    Il farmaco determina effetti di stimolo del sistema nervoso. Per questo non deve essere somministrati in caso di glaucoma, ipertrofia della prostata, ostruzione del cavo della vescica. Ma anche in caso di stenosi, piloriche, nelle affezioni cardiovascolari, ipertensione arteriosa, ipertiroidismo, epilessia e diabete.

    È importante prima di assumere questo farmaco o altri medicinali chiedere sempre consiglio al proprio medico di base o farmacista di fiducia. Così facendo eviterete disturbi spiacevoli e la guarigione dal disturbo sarà più veloce.

    Dosaggio e somministrazione

    Controindicazioni di Actifed

    Sciroppo, non superare il dosaggio consigliato:

    Adulti e ragazzi che hanno al di sopra dei 12 anni: una dose 2 o 3 volte al giorno di 10 ml di sciroppo

    Compresse:

    Adulti e ragazzi che hanno al di sopra dei 12 anni: una dose 2 o 3 volte al giorno pari ad una compressa

    Utilizzare il farmaco solo per brevi periodi di trattamento. In assenza di miglioramenti è importante consultare il proprio medico. Anche in casi di cambiamento delle caratteristiche del disturbo rivolgersi tempestivamente dal medico.

    Come somministrare lo sciroppo:

    La confezione è dotata di un misurino dosatore dove sono indicati i livelli rispondenti alle capacità di 5 e di 10 ml.

    Cosa fare in caso di sovradosaggio:

    In caso di dosaggio eccessivo accidentale si possono manifestare effetti depressivi o stimolanti del Sistema Nervoso Centrale. Tra questi abbiamo sonnolenza, depressione respiratoria, convulsioni, irritabilità, letargia, ed ipertensione.

    Consultare tempestivamente il medico in caso di ingestione accidentale di una dose eccessiva del farmaco, oppure rivolgersi al primo soccorso più vicino. Per qualsiasi dubbio sulla somministrazione di questo farmaco, chiedere consiglio al proprio farmacista o al medico di base.

    Effetti indesiderati

    Effetti indesiderati Actifed

    Come tutti i farmaci anche la somministrazione di Actifed può determinare la comparsa di effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano.

    Tra i principali disturbi dovuti alla somministrazione troviamo:

    • Sonnolenza, Astenia e Vertigini
    • Eruzione cutanea dovuta ad eventuale allergia
    • Sensibilità alla luce
    • Secchezza delle fauci
    • Ritenzione urinaria
    • Ispessimento delle secrezioni bronchiali
    • Disturbi come nausea, diarrea, vomito, che compaiono dopo i pasti
    • Eccitazione del Sistema Nervoso Centrale, specie nei bambini
    • Insonnia ed euforia, e tremore nei bambini
    • Alterazioni del sangue in casi rari
    • Cefalea nelle persone anziane
    • Extrasistoli nelle persone anziane
    • Tachicardia nelle persone anziane
    • Ipotensione nelle persone anziane

    Per ridurre il rischio di tali effetti indesiderati è importante rispettare le istruzioni presenti nel foglio illustrativo, oppure quelle dettate dal medico curante.

    Tali effetti indesiderati sono nella maggior parte dei casi disturbi transitori, che tendono ad andarsene nell’arco di qualche giorno.

    Quando si manifestano è comunque opportuno consultare il proprio medico curante o il farmacista di fiducia. Se uno degli effetti indesiderati sopra indicati si aggravasse, o se notate la comparsa di altri disturbi non presenti nel foglietto illustrativo, informate il medico.

    In farmacia inoltre potrete richiedere di compilare la scheda di segnalazione degli effetti indesiderati.

    Grazie ad essa è possibile migliorare il farmaco, il suo dosaggio ed il tempo di somministrazione, ed evitare conseguenze pericolose per la vita dei pazienti.