Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Come ritardare il ciclo: 5 cose che dovete sapere!

Tra sindrome premestruale e ciclo vero e proprio, non possiamo mai stare tranquille. Dolori, irritabilità e ovviamente le perdite fisiologiche che tanto c’imbarazzano e ci fanno preoccupare quando siamo fuori. In linea generale possiamo sopportare bene tutto questo ma, arriva quel mese dove impegni importantissimi non possono assolutamente essere “manomessi” dal ciclo.

Capita a tutte noi di andare in cerca di un metodo efficace per ritardare il ciclo. Alcune volte basta anche di uno o due giorni. Chiaramente se non ci siamo segnate la data del 1 giorno di mestruazioni, non possiamo fare assolutamente niente per prevenirle perché non sappiamo quando devono venire.

Una buona regola generale è infatti proprio quella di annotarsi tutte le varie fasi, anche quella ovulatoria (per alcune donne facilmente riconoscibile perché caratterizzata da sintomi e dolori). Purtroppo un ciclo irregolare rende difficile mettere in pratica questi consigli, perché appunto l’imprevedibilità gioca un ruolo cruciale.

5 consigli per ritardare il ciclo mestruale

Avete preso le ferie a lavoro e immancabilmente arriva il ciclo? Dovete partire una settimana e le mestruazioni decidono di farvi compagnia? Proprio io giorno prima di un’importante riunione, compaiono i crampi addominali tipici di “quel” periodo? Siete in buona compagnia.

Capita a tutte noi di veder arrivare le tanto odiate mestruazioni proprio un attimo prima dell’impregno importantissimo o il periodo di relax che aspettavate da mesi. Tra mestruazioni che si anticipano o si ritardano, solo per farci (almeno apparentemente) uno scherzetto, è normale pensare a qualche soluzione atta a ritardare il ciclo e vincere così, almeno questa volta, noi.

A questo punto dovete sapere una cosa, esistono davvero alcuni metodi che possono influenzare la comparsa del ciclo. Non dovete però abusarne perché, che vi piaccia o no, deve arrivare prima o poi e non potete ogni mese sfruttare questi trucchi, altrimenti rischiate di compromettere in parte il vostro benessere. Anche per questo vi consigliamo prima di tutto di rivolgervi al vostro dottore, giusto per sapere cosa ne pensa e se ha suggerimenti da darvi. Se vi sconsiglia manovre del genere, anche se a malincuore seguite il suo consiglio.

1. Prolungare l’uso della pillola anticoncezionale

Se prendete la pillola anticoncezionale (invece ad esempio della spirale), potete prolungare di una settimana l’assunzione. Cioè invece di prendere 1 pasticca al giorno per 21 giorni, prolungate il tutto per altri 7. In questo modo ottenete una settimana in più. Si tratta però di un farmaco, non dimenticatevelo, per questo motivo non dovete seguire questo consiglio se prima non avete chiesto al vostro ginecologo o medico se potete farlo.

Alcuni dottori ad esempio, preferiscono consigliare di prendere due scatole in successione, senza pause, piuttosto di accondiscendere al metodo appena elencato.

2. Una bella doccia fredda

La doccia fredda è un metodo tradizionale per ritardare un po’ il ciclo. Non è collaudato al 100% e di certo vi aiuta a ritardarle solo di qualche ora o di un giorno, ma se il vostro bisogno è legato solo a una giornata in particolare, può essere il metodo più adatto. L’estate va bene, l’inverno però non è poi così piacevole. Attenzione poi a non farla dopo mangiato, la doccia fredda solo a stomaco vuoto e digestione ultimata!

Alcune volte invece, le mestruazioni si presentano in ritardo e ciò può combaciare ulteriormente con qualche impegno. Allora in questo caso può esservi utile qualche bella doccia calda per aiutare il corpo a seguire la natura, in modo un po’ più puntuale!

3. Fate un po’ di attività fisica

Un po’ di sport quotidiano in più, se già siete abituate a farlo, vi aiuta a ritardare il ciclo. Non basta che lo facciate un giorno solo prima, dovete aumentare l’intensità già un paio di settimane in anticipo. Tuttavia se il vostro massimo sport è quello del movimento di mani sulla tastiera di un PC, fare attività fisica tutta insieme e a pochi giorni dal ciclo, potrebbe anticiparlo! Magari in alcuni casi potrebbe essere proprio ciò che desiderate!

4. Alcuni alimenti utili al caso

Adesso invece, passiamo ai rimedi naturali. Come potete immaginare da sole, non vi sono basi scientifiche e l’efficacia di questi rimedi non è accertata. Tuttavia se volete tentare… potete sempre condividere con noi le vostre esperienze!

Secondo qualcuno aumentare le dosi di piccante (senza esagerare!) aiuta a far anticipare un po’ il ciclo. Se invece volete appunto ritardarlo, magari vi conviene evitare di consumarlo per un po’ di tempo. Quindi evitate peperoncino, paprika, pepe etc.

La tradizione popolare c’insegna anche che, consumare molta papaya, ananas e datteri qualche giorno prima, per poi ridurli drasticamente, aiuta a ritardare il ciclo.

Anche la zuppa di lenticchie, se iniziata ad assumere una settimana prima, permette di ritardarlo. Anche questa è una credenza popolare che, prevede anche che tale spuntino dovete consumarlo la mattina a stomaco vuoto.

5.Il noretisterone

L’ultimo metodo che vi aiuta a ritardare le mestruazioni è un farmaco. Il noretisterone viene usato ormai da molti anni e serve a regolarizzare il ciclo mestruale. Permette di farlo sia dal punto di vista della durata, della quantità e dei dolori. Potete quindi, sotto stretto controllo medico, usarlo per anticipare o ritardare un po’ il ciclo. Anche se non ha grandi controindicazioni, è bene preventivare ogni rischio secondo il vostro specifico caso.