Cibo del futuro, c’è il via libera a qualcosa che non immaginate

Il cibo del futuro ormai è realità. A breve sui nostri scaffali potremmo vedere un alimento che farà molto discutere. Ecco tutte le specifiche

cibo del futuro insetti farina
(Foto di Polina Zimmerman da Pexels)

Spesso sentiamo parlare di cibo del futuro e di quello che potrà arrivare sulle nostre tavole. Eppure quello che pensiamo essere un mondo lontano è già realtà. Con il via libera che è arrivato in questi giorni sulle nostre tavole potremmo vedere ben presto quello che forse mai avremmo immaginato sul fronte europeo. In altri Paesi è già realtà e adesso anche il nostro mercato alimentare si appresta a cambiare.

Di cosa si tratta? Degli insetti. Ebbene sì, una specifica specie è stata identificata come commestibile e per questo può essere immessa nel mercato, venduta e mangiata. Si tratta del tenebrione mugnaio, che è conosciuto comunemente come tarma della farina.

È stata l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) che ne ha dato la valutazione scientifica favorevole e così tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea hanno dato il via libera alla commercializzazione di questi piccoli insetti come alimento. Nello specifico è possibile vendere le larve gialle essiccate dell’insetto.

Potrebbe interessarti anche: Estate 2021: regole per le vacanze. Green pass, coprifuoco e spostamenti

Cibo del futuro, tutte le specifiche sugli insetti

cibo del futuro tarme farina
(Foto di katerinavulcova da Pixabay)

A breve dunque potremmo vedere sugli scaffali gli insetti in vendita. Come? Essiccati per intero, sotto forma di snack, di farina o anche come un comunissimo ingrediente per realizzare diverse preparazioni alimentari.

Non c’è ancora la decisione formale della Commissione europea che arriverà nelle prossime settimane ma ormai è tutto fatto. La decisione rientra nella strategia “Farm to Fork” che ha come obiettivo quello di rendere il sistema alimentare più green e sostenibile.

Secondo il piano d’azione europeo 2020-30 dedicato proprio ai sistemi alimentari sostenibili, gli insetti sono una fonte di proteine che vanno assolutamente promosse per farle conoscere alle persone, importantissime perché a basso impatto ambientale.

Potrebbe interessarti anche:  Efficacia e vantaggi delle mascherine in tessuto: il parere scientifico

Gli insetti della farina è stato provato che possono condurre a delle reazioni allergiche in soggetto che hanno delle allergie a crostacei e acari della polvere. Ecco perché la loro vendita è soggetta ad una etichettatura specifica proprio per avvisare i consumatori dell’eventuale l’allergenicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *