Si possono conservare i pomodori in frigorifero? Lo studio sul gusto

Si possono conservare i pomodori in frigorifero? Lo studio sul gusto condotto dagli scienziati tedeschi per rispondere a questa domanda.

Pomodorini
(Foto Pixabay)

Capita spesso ultimamente che vengano pubblicati degli studi riguardo semplici cose della vita di tutti i giorni che ci fanno rivalutare le nostre abitudini. La rivista Frontiers ha recentemente divulgato un articolo nella sezione Scienza delle Piante che riguarda un prodotto dell’orto che gli italiani consumano in gran quantità: il pomodoro. Lo studio ha analizzato le caratteristiche dell’alimento decretando il migliore e più efficiente metodo di conservazione e se i pomodori perdano il loro gusto in frigorifero. I ricercatori hanno così risolto il dilemma su cosa sia meglio tra frigorifero e temperatura ambiente per il sapore del frutto.

Conservare i pomodori in frigorifero: lo studio sul gusto

Gli scienziati sono partiti da un risultato ottenuto qualche anno fa che affermava che conservare i pomodori in frigorifero ne diminuisce il sapore. Gli studiosi dell’Università di Gottinga hanno quindi messo insieme un panel sensoriale che attraverso gusto e olfatto doveva giudicare i campioni presi in esame.

Pomodori
(Foto Pixabay)

A questo test sono state affiancate delle analisi chimiche mirate ad osservare il cambiamento delle proprietà nutrizionali dei pomodori e come queste cambino se sottoposte a temperature diverse. È emerso che né il frigorifero né la temperatura ambiente hanno un impatto sulle qualità nutritive dei prodotti.

Per lo studio sono stati usati come campioni dei pomodori maturi di varietà diverse, tra le quali i Primabella, i Roterno e i Black Cherry. Le temperature scelte per condurre lo studio sono state di sette gradi per quanto riguarda il frigorifero e venti gradi per il clima ambiente. Il risultato dei test ha smentito gli studi precedenti: la temperatura del frigorifero non condiziona negativamente il gusto dei pomodori.

Potrebbe interessarti anche: Alimenti nel congelatore? Le accortezze su cibi, tempi e modi

Da cosa dipende il sapore dei pomodori

La temperatura di conservazione non modifica il contenuto di glucosio, fruttosio, potassio, acido malico, magnesio e potassio contenuto negli ortaggi mentre questi livelli cambiano tra varietà di pomodori diversi.

Pomodori pianta
(Foto Pixabay)

Quindi secondo gli scienziati tedeschi a determinare il gusto è soprattutto la varietà di pomodoro. Anche la freschezza del prodotto è un fattore determinante e quindi la conservazione sia in frigorifero che a temperatura ambiente può incidere sul sapore solo se consiste in un lasso di tempo prolungato.

Come tutti i prodotti dell’orto anche i pomodori sono più buoni se consumati freschi e il tempo di consumazione dall’acquisto, tenendo conto anche delle tempistiche con le quali i prodotti arrivano sulla nostra tavola, non dovrebbe superare i quattro giorni.

I responsabili dello studio sostengono che varrebbe la pena di creare nuove specie per perfezionare il gusto dei pomodori. Oggi sappiamo ad esempio come conservare le fragole per non farle marcire e forse in futuro si scopriranno nuovi modi per preservare anche questi e tanti altri frutti.

Elena Oldani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *