Come scegliere la maschera per il viso adatta ad ogni tipo di pelle

Come scegliere la maschera per il viso adatta alla tua pelle? Quali sono gli ingredienti da preferire per far una giusta detersione? Scopriamolo insieme.

cream
(Foto Pixabay)

A chi non è capitato di avere la pelle troppo secca o troppo grassa, di voler rigenerare, tonificare o ristrutturare un viso un po’ provato dallo stress e dagli anni che passano?

Penso sia la volontà un po’ di tutte noi. Perciò non ci resta che cercare di capire come scegliere la maschera per il viso adatta alla tua pelle e il grosso è fatto.

Come scegliere la maschera per il viso

Oggigiorno sia donne che uomini sono attratti da prodotti di bellezza, utili a far risplendere o tonificare alcune aree del corpo, in particolare il viso.

maschera viso
(Foto Pixabay)

In questo articolo vi andremo a suggerire come scegliere la maschera per il viso adatta ad ogni tipo di pelle.

La maschera per il viso è un prodotto più che estetico, in quanto permette di lenire l’epidermide, curare la pelle, illuminare il colorito ed eliminare la stanchezza sul volto.

Tutto questo, però, ha una buona riuscita se si sceglie la maschera per il viso adatta alla propria pelle. Come di fatti esistono diversi tipi di pelle e sono:

  • pelli normali;
  • pelli secche o reattive;
  • pelli miste o pelli;
  • pelli mature.

Pelli normali

Partiamo con il genere di pelle più semplice, per la quale tutto è concesso. Infatti se hai pelle normale, ovvero una pelle che si presenta di un colorito chiaro e roseo.

Al tatto liscia e levigata, non hai che da scegliere tra levigante, schiarente, idratante, tensore, ristrutturante, rinforzante o rimodellante.

Una pelle normale mostra un’ottima microcircolazione, un giusto grado di idratazione ed un film idrolipidico equilibrato.

Perciò cerca di preferire la crema al gel, in quanto più ricca di grassi e con un principio attivo contenente collagene, l’acido ialuronico, glicerolo o l’aloe vera. Tutti elementi in grado di idratare lo strato superficiale della pelle. Insieme poi alla vitamina C per ridare brillantezza e i peptidi per distendere.

Pelli secche o reattive

Si ritiene che la pelle sia secca quando è carente di lipidi cutanei, dall’aspetto sottile e fragile, appare visibilmente poco elastica, disidratata e desquamata.

Si tratta di un disturbo cutaneo che necessita di un’adeguata idratazione per assicurare una certa plasticità ed elasticità.

La disidratazione della pelle, nei casi più gravi può arrivare a generare un’intensa xerosi cutanea con profonde ragadizzazioni.

Al tatto la pelle secca si presenta ruvida, arida, dalla trama irregolare mentre ad occhio appare spenta, desquamata, sottile, poco elastica e fragile.

Perciò in questo caso la maschera per il viso ideale per questo tipo di pelle, deve essere idratante e nutritiva, deve rinforzare l’epidermide in modo delicato e ricostituire il film idrolipidico tramite i principi attivi idratanti.

È preferibile una consistenza gelatinosa piuttosto che cremosa e contente principi attivi quali: aloe vera, gli oli vegetali (jojoba, avocado, borragine) o il burro vegetale (karité, cocco, cacao), gli estratti vegetali (rosa, camomilla, fiordaliso) per le loro proprietà nutritive.

Potrebbe interessarti anche: Pelle più giovane: come ottenerla con un rimedio infallibile e naturale

Pelli miste o grasse

Per pelli miste si considerano quel tipo di pelli non uniformi che possiedono tratti secchi e tratti grassi. Generalmente chi possiede una pelle mista appare lucida ed oleosa, soprattutto a livello di naso, fronte e mento, nella parte grassa.

Mentre nella parte secca appare secca, arida, desquamata e fragile al tatto, in particolare nella zona delle guance, nel contorno occhi, lungo il perimetro delle labbra e sul collo.

In questo caso particolare gli esperti consigliano maschere per il viso detergenti e purificanti, ricche di sostanze assorbenti e disincrostanti. La maschera ha il compito di eliminare le impurità, le cellule morte e i residui di inquinamento.

Meglio prediligere una consistenza terrosa che possa assorbire l’eccesso di sebo e chiudere i pori della pelle e che sia composta da elementi come: le argille, i sali minerali, gli oli vegetali (jojoba, cumino nero), l’ortica bianca, che hanno un’azione purificante e riequilibrante.

Pelli mature

Intorno ai 35 anni possiamo dire di aver sviluppato pelle matura, la cui cura è differente. A rendercelo evidente sono i primi segni del tempo come: rughe d’espressione, macchie scure dovute all’iperpigmentazione, progressiva secchezza e disidratazione della pelle.

Lo stile di vita che conduciamo, le nostre attività principali e naturalmente anche la routine di bellezza, sono fattori che influenzano molto lo stato della pelle.

In questo caso, dinnanzi ad una pelle matura è necessario applicare una maschera che sia sensibile, che possa rinforzare e rassodare, ridando elasticità e morbidezza alla pelle del viso.

Una maschera per il viso quindi, rassodante, stimolante, e levigante per un effetto lifting immediato che abbia una consistenza in tessuto e principi attivi quali: tè verde, oli vegetali (semi di melograno, noce di macadamia), pappa reale per il suo potere rigenerante, la vitamina E per la sua azione antiossidante.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *