Comedogeno: il significato del termine ed i prodotti per la pelle a cui è associato

Qual è il significato di comedogeno? Qualcuno ha di sicuro sentito questo termine, ma non avrà approfondito né la sua definizione né i prodotti a cui si associa.

comedogeno significato
(foto pixabay)

Poche persone sono a conoscenza del significato del termine comedogeno. Cosa vuol dire questa parola che spesso abbiamo udito? Ma soprattutto quali sono i prodotti a cui questo nome si collega? Diamo le risposte a questi quesiti.

Il significato di comedogeno

Il termine comedogenesi vuol dire “comparsa di punti neri”. Questi ultimi possono nascere in determinate parti della pelle, soprattutto sulla zona del naso e della fronte. La causa della loro nascita è l’eccesso di sebo prodotto dalle ghiandole sebacee. A loro volta esse dipendono dagli ormoni, dal contesto ambientale, ma anche da qualche prodotto per la pelle sbagliato.

nascita di punti neri
(foto pixabay)

Abbiamo dunque intuito che il termine comedogenesi si utilizza per parlare della propria pelle. La parola comedogeno non è altro che l’aggettivo relativo a tale sostantivo.

Potrebbe interessarti anche: Come scegliere la maschera per il viso adatta ad ogni tipo di pelle

I prodotti a cui si associa il termine comedogeno

Scendendo più nel particolare il termine comedogeno è associato ad alcuni prodotti che spesso acquistiamo per curare la nostra pelle. In particolare si riferisce alle sostanze che possono facilmente causare la nascita di punti neri. Di conseguenza capiamo che i prodotti in questione non sono particolarmente salutari, in quanto possono chiudere i pori e non garantire il benessere della nostra cute.

comedogeno pelle
(foto pixabay)

Adesso è giunto il momento di vedere quali sono i prodotti specifici che sono definiti comedogeni. Uno di essi è la vasellina, contenuta in qualche crema per il viso, ma anche la paraffina liquida che si può trovare soprattutto nel fondotinta. La lista prosegue con i siliconi, contenuti negli shampoo e nelle maschere per pelli e capelli, e gli oli pesanti, contenuti nei prodotti utili per struccarsi. Infine un prodotto comedogeno è l’isopropyl: un tipo di alcool contenuto anch’esso nei cosmetici, ma anche nei profumi.

Potrebbe interessarti anche: Ritardare l’invecchiamento della pelle: tutti i segreti di giovinezza

I prodotti non comedogeni

Fortunatamente non esistono soltanto prodotti che favorisco la nascita di punti neri. Al contrario esistono delle valide alternative ad essi. Utilizzando i prodotti giusti la propria pelle di sicuro ringrazierà, ed infatti acne e brufoli appariranno molto più raramente.

prodotto non comedogeno
(foto pixabay)

Vediamo adesso quali sono i prodotti non comedogeni, quindi quelli che si possono utilizzare senza alcun tipo di problema sulla pelle. In cima alla lista vi è il burro di karité, utilizzato per creme da applicare su viso e corpo. Poi c’è l’olio di riso, molto comune per i trattamenti anti età. L’elenco prosegue con l’olio di mais: anch’esso è molto presente nelle creme, in particolare quelle per la pelle secca. Infine troviamo l’olio di vinaccioli, prodotto che si sente nominare di rado, ma è spesso usato per rendere la pelle più morbida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *