Come curare le unghie dopo lo smalto semipermanente, i consigli

Come curare le unghie dopo lo smalto semipermanente? Ecco alcuni consigli efficaci per prendersene cura.

come curare le unghie dopo semipermanente
(Foto Pexels)

Come curare le unghie dopo lo smalto semipermanente? Una manicure rende le nostre mani curate ed eleganti, ma non possiamo negare che rimuovere lo smalto semipermanente comporti dei danni alle unghie. Spesso durante la procedura di rimozione le unghie si sfaldano, si spezzano e restano secche. Ecco alcuni consigli per prendersi cura delle proprie unghie dopo il semipermanente.

Come curare le unghie dopo il semipermanente: i consigli pratici

Una manicure perfetta rende felici molte donne in quanto le mani appaiono curate, morbide e le unghie brillantissime. Si possono scegliere vari smalti e decorazioni e sbizzarrirsi con la fantasia, ma qual è il risvolto della medaglia? Qualsiasi procedura per rimuovere il semipermanente comporterà dei lievi danni alle nostre unghie, rendendole più fragili. Vediamo alcune tecniche per prendersene cura:

Unghie con semipermanente
(Foto Pexels)
  • Applicare una lozione specifica per le unghie o un olio in grado di idratare le unghie in profondità, rese secche dall’utilizzo di solventi aggressivi per la rimozione dello smalto.
  • Non applicare smalti (neanche quelli normali) per almeno una settimana e lasciare che le unghie si ricostituiscano, specie se sfaldate per via della colla.
  • In caso di eccessiva fragilità, applicare delle lozioni idratanti a base di equiseto di campo.
  • Seguire un’alimentazione ricca di omega-3 e biotina per rafforzare le unghie. Queste sostanze si trovano facilmente in uova, avocado, arachidi e noci.
  • Esegui un impacco di olio e limone e immergi le unghie per almeno 10 minuti, una volta a settimana.

Potrebbe interessarti anche: Mai più unghie che si sfaldano: i rimedi della nonna ma non solo

I problemi frequenti alle unghie dopo il semipermanente

Se da un lato la manicure aiuta a mantenere le mani in ordine e a far crescere le unghie corte, dall’altro la sua rimozione comporta svariati problemi per la loro salute. Acetone, lima e fresa potrebbero danneggiare le unghie. Vediamo i problemi più frequenti relativi alla rimozione del semipermanente:

  • unghie che si spezzano facilmente: questo impedisce una crescita sana, il consiglio è quello di tenerle corte per un po’;
  • linee bianche e disomogeneità del letto dell’unghia: spesso la sfregatura tramite fresa comporta un dislivello nella superficie dell’unghia che diventa quindi irregolare. E’ bene fare una lunga pausa tra un’applicazione e l’altra in modo tale che le unghie possano ristabilirsi;
  • unghie che si sfaldano: questo può essere dovuto a dei micro traumi che si creano durante i processi di rimozione dello smalto. Basterà assumere degli integratori di cheratina, associata a degli oli idratanti, per nutrire le unghie in profondità.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *