Allenamento a corpo libero, la proposta di Mercedesz Henger

L’estate è alle porte. Ritorna in forma con l’allenamento a corpo libero e gli esercizi proposti da Mercedesz Henger. Ecco come farli in casa

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mercedesz Henger (@mjmemi)

Missione fisico in forma e allenato in vista dell’estate. Tanti, sempre di più, quelli che sono stati fermi per troppo tempo, anche complice il lockdown. E allora adesso che la situazione è un po’ più tranquilla, è meglio impegnarsi e prendere la palla al balzo, anche con degli allenamenti in casa.

Farsi seguire da un istruttore è consigliato ma per chi ha ancora paura e preferisce allenarsi all’aperto ma non in compagnia di altre persone, può seguire i tanti workout che sono disponibili sulle piattaforme in streaming o i consigli delle influencer. Molte sono quelle che nei loro contenuti ci presentano anche il loro allenamento. Tra di loro c’è Mercedesz Henger, la figlia della nota Eva, una vera sport addicted. Su Instagram ci mostra il suo allenamento a corpo libero. Vediamo insieme a lei come procedere.

Potrebbe interessarti anche: Tenersi in forma, il workout di Paola di Benedetto

Allenamento a corpo libero, il workout di Mercedesz Henger

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mercedesz Henger (@mjmemi)

Mercedesz Henger sui social ci mostra il suo allenamento dinamico. Un workout che si contraddistingue come un allenamento a corpo libero, adatto anche ai più pigri.

Come in ogni allenamento che si rispetti si inizia sempre con un buon riscaldamento. Almeno 10 minuti per sciogliere i muscoli e prepararli all’allenamento vero e proprio. Dopodiché si passa all’azione vero e propria con alcuni esercizi efficaci ma non troppo impegnativi che possono essere alternati come meglio si preferisce. In questo modo l’allenamento non sarà mai uguale e banale.

Potrebbe interessarti anche: Allenamento con il ciclo mestruale: si o no? Ecco la risposta a tale dubbio

Cosa propone Mercedesz Henger?

  • Affondi in avanti: una serie da 15 per ciascuna gamba da ripetere ben quattro volte;
  • Affondi più jump: una serie da 10 per ogni gamba, anche questi da ripetere quattro volte;
  • Leg curl: un circuito da 10 per cinque volte;
  • Swing: 20 ripetizioni per cinque consecutive;
  • Squat con peso: una serie da 12 per cinque volte;
  • Plank laterale, da ripetere fino a quando non si è stanchi per quattro volte;
  • 15 minuti di corsa leggera

A fine allenamento, poi, altri 10 minuti sono da dedicare allo stretching, fondamentale per allungare i muscoli che sono stati sotto pressione e dargli la possibilità di rilassarsi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *