Come caricare la lavastoviglie correttamente: il modo più veloce

Come caricare la lavastoviglie correttamente? Guida per principianti, idee e trucchetti per farlo in maniera semplice e veloce. 

come caricare la lavastoviglie
(Foto Pexels)

Come caricare la lavastoviglie in modo semplice e veloce? Capita a tutti di acquistare una nuova lavastoviglie e non sapere come caricarla correttamente, occupando meno spazio ad esempio e migliorando la qualità del lavaggio. Eppure questo elettrodomestico è un grande aiutante in cucina e bisogna prendersene cura. Ecco i consigli per utilizzarlo al meglio ottimizzandone i risultati.

Come caricare la lavastoviglie? I consigli per principianti

Caricare correttamente la lavastoviglie non è affatto semplice. Se non si segue una corretta disposizione delle stoviglie si rischia di danneggiare questi e l’elettrodomestico, compromettendo i risultati del lavaggio finale. Bordi dei bicchieri rotti dal getto d’acqua verso i piatti, bicchieri troppo vicini. E’ tutta una questione di spazio che bisogna imparare a conoscere e utilizzare in modo adeguato. Vediamo come.

donna carica lavastoviglie
(Foto Pexels)

1) Una questione di spazio: impariamo a gestirlo correttamente

Perché gli spazi della lavastoviglie sono così importanti? Perché l’acqua e il sapone hanno bisogno di circolare liberamente fra piatti, bicchieri, posate, pentole senza impedimenti. Qualora si disponessero le stoviglie troppo vicine fra loro, il lavaggio sarebbe del tutto inutile così come l’effetto brillantezza del detersivo. La prima regola da seguire è quindi quella di non caricare eccessivamente l’elettrodomestico e distanziare bene i piatti (basta seguire le linee dei separatori). Il percorso dei bracci rotanti non deve essere ostacolato in nessun modo e le stoviglie, posizionate adeguatamente a partire dal fondo, non devono mai toccare lo sportello per evitare fastidiose rotture.

Potrebbe interessarti anche: Trucchetti per eliminare la puzza dei bicchieri dopo la lavastoviglie

2) Si parte dal fondo: piatti e pentole

Nel ripiano inferiore, generalmente, vanno le stoviglie più ingombranti e sporche come pentole e padelle. Nell’apposito cestello invece si ripongono le posate, ma attenzione a mettere i coltelli sempre a testa in giù! Le stoviglie devono essere ben distanziate tra loro in modo che i bordi dei piatti non tocchino le pentole. Se serve è meglio fare due lavaggi.

Forchette e posate
(Foto Pexels)

3) I piatti sporchi vanno al centro

Al centro della lavastoviglie si concentra il lavaggio più caldo e potente ed è bene quindi posizionarvi le stoviglie più sporche. Il lavaggio è forte e deciso e scende proprio al centro, mentre sui lati è più delicato. Ai lati infatti è bene caricare bicchieri e stoviglie che necessitano di maggiore attenzione per via della loro delicatezza e fragilità.

Potrebbe interessarti anche: La spugna da cucina è pericolosa, il perché allarmante in uno studio

4) Bicchieri in alto sul supporto apposito

La parte superiore della lavastoviglie è dedicata ai bicchieri. Nei modelli più recenti c’è anche un apposito cassetto per ordinare le stoviglie, mentre negli altri casi il cestello si trova in fondo. I bicchieri, che siano da vino o di servizio, vanno posizionati nella parte superiore della lavastoviglie. Attenzione però ai fermi, necessari per il mantenimento dei bicchieri. In assenza di un adeguato supporto si consiglia di lavarli a mano. I bicchieri vanno posizionati sempre a testa in giù per non ritrovarli più sporchi di prima.

Bicchiere
(Foto Pexels)

5) Mai piatti o stoviglie con residuo di sporco in lavastoviglie

La lavastoviglie non è una pattumiera e se non laviamo adeguatamente piatti e bicchieri prima di caricarli, ne risentirà. Il lavaggio non avverrà correttamente e l’elettrodomestico potrebbe rompersi. E’ bene sciacquare sotto l’acqua corrente tutte le stoviglie prima di metterle in lavastoviglie.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *