Il caffè ai funghi fa davvero bene? Di cosa si tratta e quali sono le sue proprietà

Il caffè ai funghi fa davvero bene? Scopriamo cos’è questa starna bevanda orientale e quali sono le sue proprietà per capire se effettivamente faccia così bene all’organismo.

caffè funghi fa bene
(Foto Pexels)

Sono in molti ultimamente a parlare del mushroom coffee o caffè ai funghi: una strana bevanda calda di origini cinesi. Come tutti i prodotti orientali che improvvisamente vivono un momento di popolarità in Occidente anche questo particolare caffè vanta numerose virtù. Sono infatti soprattutto le sue proprietà benefiche ad aver convinto gli occidentali a provarlo. Il caffè ai funghi fa davvero bene o è soltanto l’ennesima moda temporanea del settore alimentare? Vediamo di cosa si tratta e quali sono le sue effettive proprietà.

Cos’è il caffè ai funghi

Nonostante sia arrivato qui da noi soltanto recentemente in realtà alcuni paesi europei come la Finlandia hanno iniziato a consumarlo già durante la Seconda Guerra Mondiale. Le origini invece risalgono alla medicina tradizionale cinese che ha iniziato a sfruttarne i benefici nutrizionali da moltissimi anni.

caffè
(Foto Pexels)

La bevanda si prepara grazie a un mix di chicchi di caffè e funghi e costituisce un’alternativa al normale caffè in quanto il gusto è praticamente identico. Le varietà di funghi utilizzati sono:

  • Lion’s Mane, le proprietà di questo fungo secondo la tradizione cinese curano la mente e il fisico;
  • Reishi, il fungo che gli orientali credono possa donare l’immortalità;
  • Turkey’s tail, che contiene numerosi sali minerali;
  • Chaga, un fungo che cresce sulle cortecce degli alberi;
  • Cordyceps, fungo che la medicina cinese usa per curare reni e polmoni.

I funghi sono solitamente presenti nella bevanda sotto forma di estratto. Per preparare il caffè si mischia quindi la polvere di estratto di funghi insieme ai normali chicchi macinati.

Potrebbe interessarti anche: Alternative al caffè: tutte le bevande salutari che lo possono sostituire

Il caffè ai funghi fa bene?

Per preparare il caffè ai funghi si usa solitamente una proporzione 1 a 1 di polvere di estratto e chicchi macinati. In questo modo il caffè risulta avere meno caffeina ed è quindi più tollerabile da chi ha problemi con la caffeina. Questo aspetto positivo è certo mentre il resto dei benefici rimangono soltanto presunti dalla medicina tradizionale cinese e non assodati dalla scienza.

caffè
(Foto Pexels)

Sono stati fatti degli studi in laboratorio sugli adattogeni ovvero i composti estratti dai funghi in questione. Le molecole dovrebbero essere utili all’organismo per aiutarlo ad adattarsi ai cambiamenti e ridurre così lo stress. Manca però la prova scientifica data dai test sull’uomo e in ogni caso gli studi si riferiscono ai funghi che lo compongono e non al caffè in sé. Vediamo però quali sarebbero i presunti benefici della bevanda:

  • Il Turkey’s tail è risultato capace, nei test in laboratorio, di aumentare le difese del sistema immunitario.
  • Gli studi fatti sui topi invece hanno riscontrato una proprietà anti ulcera nel fungo Chaga.
  • Sempre il fungo Chaga nei test di laboratorio è risultato capace di ridurre le reazioni allergiche verso alcuni alimenti.
  • La ricerca in laboratorio ha notato alcune proprietà dei funghi Reishi, Turkey’s tail, Lion’s Mane, Cordyceps e Chaga che potrebbero aiutare nel combattere gli effetti collaterali della chemioterapia come nausea e vomito.
  • Il fungo Reishi dai test in laboratorio risulta in grado di agire sul colesterolo nel sangue abbassandone i livelli.

Potrebbe interessarti anche: Caffè, come renderlo dolce senza usare lo zucchero

Controindicazioni della bevanda ai funghi

Purtroppo per ora manca per tutte queste proprietà la conferma scientifica che deriva dalla sperimentazione sull’uomo. È ancora non chiaro anche che tipo di effetto abbiano gli estratti di fungo sui medicinali. Se quindi state seguendo una terapia è meglio chiedere un parere medico prima di assumere questo caffè.

Infine, che sia nella versione istantanea, il preparato da usare nella moka o anche l’ordine al bar la bevanda ai funghi ha un costo decisamente più elevato rispetto al classico caffè.

Elena O.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *