Quanto può vivere al massimo un essere umano? Gli ultimi studi

Quanto può vivere al massimo un essere umano senza malattie, infortuni o problemi? Ecco il risultato degli ultimi studi. 

quanto può vivere al massimo un essere umano
(Foto Pixabay)

Quanto può vivere al massimo un essere umano in condizioni fisiche quasi perfette? Recentemente una ricerca scientifica ha scoperto e aggiornato i dati sulla durata massima possibile per un corpo umano senza particolari problemi di salute. A quanto pare, la durata massima di vita, anche in un futuro privo di pandemie, arriva a 150 anni. Vediamo i dettagli.

Quanto può vivere al massimo un essere umano? La scoperta degli scienziati

Ci sono un sacco di leggende sul record di longevità degli uomini e al momento, ma sia per quanto riguarda le donne che per gli uomini, la durata di vita massima che sia mai stata registrata è 120 anni. Tuttavia esistono degli abitanti dell’isola di Java, in Indonesia, fra i quali si registra un record senza paragoni: un uomo, Mbah Gotho, sostiene di avere 146 anni, ma il dato anagrafico non è mai stato confermato da documenti ufficiali.

Anziana donna
(Foto Pexels)

Potrebbe interessarti anche: Potenziare i muscoli può prolungare la vostra vita

L’indicatore di stato dinamico dell’organismo (DOSI), di cosa si tratta

Per scoprire entro quanto i corpi umani si deteriorano, gli scienziati hanno escogitato un modo alternativo per leggere le fluttuazioni di diversi tipi di cellule contenute nel nostro sangue, ottenendo un dato che hanno chiamato “indicatore di stato dinamico dell’organismo (DOSI). Questa unità di misura mostra come, nel corso del tempo, la resistenza del nostro corpo diminuisce gradualmente, così come per riprendersi da infortuni e malattie il corpo richiede diverso tempo. Se supponiamo che un corpo, lungo tutta la sua vita, non subisca danni, infortuni, malattie o incidenti questo nuovo indicatore è piuttosto attendibile e mostra la durata massima di vita di un essere umano.

Potrebbe interessarti anche: Cosa dobbiamo mangiare per rimanere giovani?

Tra i 120 e i 150 si arriva ad una totale perdita di resistenza del corpo e dunque ad un declino di tutte le funzioni vitali del corpo. I ricercatori si sono basati su un calcolo di cellule nel sangue di oltre mezzo milione di persone provenienti dal Regno Unito, Stati Uniti e Russia. L’obbiettivo era infatti calcolare il tasso di declino della forma fisica corporea delle persone. Inoltre i ricercatori hanno scoperto che ci sono altri due picchi di invecchiamento: uno a 35 anni e l’altro a 65. Infatti è l’età in cui gli atleti si ritirano dallo sport e le persone vanno in pensione.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *