Quante sono le calorie del sushi? Scopriamo se questo alimento fa ingrassare

Quante sono le calorie del sushi? Questo alimento fa ingrassare? Sono domande che si pongono soprattutto coloro che adorano mangiarlo. Scopriamo qual è la verità.

calorie del sushi
(foto pexels)

Le domande che ci si pongono sul sushi sono parecchie. La prima ha sicuramente a che fare con la dieta. Ci si chiede infatti quante siano le calorie del sushi, se esso fa ingrassare e quanto ne dobbiamo consumare se capita di mangiarlo. Proviamo allora a rispondere a tutti questi quesiti.

Un’ampia scelta di prodotti

Il sushi è un piatto tipico della cucina giapponese, che negli utili anni si è diffuso anche in altre parti del mondo. Sono sempre di più i ristoranti a base di sushi ed ognuno di essi propone le numerose varietà di questo alimento. Esso è composto principalmente da riso e pesce crudo, ma ovviamente si può aggiungere ciò che si ritiene più opportuno, come uova di pesce, dell’alga o qualche salsa caramellata.

ristorante di sushi
(foto pexels)

La nascita sempre più frequente di questi ristoranti ha comportato un aumento di consumo di questa pietanza. Sono sempre di più le persona che vogliono assaggiarlo, e quando ciò accade la maggior parte di esse rimane estasiata e vuole subito tornare a mangiarlo. Ma questo alimento fa ingrassare? Quante calorie contiene?

Potrebbe interessarti anche: Sushi in gravidanza: è possibile consumarlo rispettando alcune regole

Le calorie del sushi

La cucina giapponese è solitamente molto leggera, l’ideale dunque per chi non vuole esagerare con il cibo. Le calorie che il sushi contiene dipende ovviamente dal tipo di prodotto di cui si parla. Ad esempio il sashimi, cioè il pesce crudo senza riso, contiene tra le 20 e le 60 calorie. I nigiri, piccola quantità di riso con sopra un piccolo pezzo di pesce crudo, contiene tra le 30 e le 80 calorie.

calorie prodotto
(foto pexels)

Il discorso è un po’ più complicato quando parliamo di uramaki. Si tratta di riso con dentro del pesce crudo o cotto. Essi possono essere conditi con avocado, philadelphia, insomma quello che vuole, e da ciò dipende il numero di calorie che essi contengono. Di solito il numero di calorie varia tra le 50 e le 90. Tuttavia gli uramaki possono anche essere fritti ed ovviamente in questo caso il numero di calorie andrà ad aumentare.

Sushi e dieta: sono compatibili?

Se siamo a dieta possiamo concederci un pranzo in un ristorante giapponese? La risposta è ovviamente sì, ma ovviamente dobbiamo fare attenzione a non esagerare. È importante sapere che il sushi contiene omega 3, ma anche tante vitamine e nutrienti. Tuttavia bisogna fare attenzione proprio al condimento, che potrebbe essere fonte di un’elevata quantità di grassi. Un esempio su tutti è la salsa di soia, che contiene tantissimo sale.

uramaki giapponese
(foto pexels)

Dunque se si è a dieta meglio scegliere specifici alimenti nel menù. Evitare gli uramaki fritti o troppo conditi. Se proprio si ha tanta voglia di mangiarli meglio consumarne al massimo 8 pezzi. Piatti più leggeri come il sashimi sono invece consigliati. Per rendere il pasto più completo possiamo scegliere una porzione di edamame, cioè un’insalata di fagioli di soia. Infine possiamo completare il bel pranzetto con una porzione di noodles con verdure. In questo modo ci si concederà un pranzetto diverso, ma senza esagerare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *