Sport eco: le attività da fare in città

Vi siete mai chiesti quali sono gli sport ecologici? Sono quelli che utilizzano meno attrezzature possibile e fanno bene anche all’ambiente.

(Foto: Pexels)

Non solo corda, camminata e corsa, ormai, ma anche plogging e stair climbing. Due sport ecosostenibili arrivati dall’estero e nati dalla necessità di essere più ecologici. Possono essere praticati ovunque, in qualunque momento e durante tutto l’arco dell’anno, persino in gruppo.
Oltre a migliorare l’umore, questi sport ecologici aiutano a mantenere la forma fisica e a salvare l’ecosistema, senza, però, intaccare il portafoglio, perché, oltretutto, non necessitano di molte attrezzature. Niente scuse, bastano solo pochi minuti al giorno.

Il plogging è tra gli sport ecofriendly del momento

(Foto: Pexels)

Non poteva che nascere in Svezia, poiché il plogging unisce impegno civico ed attività fisica. Si tratta infatti di un mix tra “plocka upp”, che in svedese significa “raccogliere”, e “jogging”.

Sì perché non si tratta solo di correre e camminare; per raccogliere i rifiuti è infatti necessario piegarsi, con affondi e squat. E che dire dei continui stop-and-go? Fermarsi per poi ricominciare serve a bruciare più grassi, ovvero 60 calorie in più rispetto al jogging tradizionale. E basta solo mezz’ora al giorno.

Ti poterebbe interessare anche: Salto con la corda, un gioco che diventa allenamento

Dove praticare il plogging

(Foto: Pexels)

Non c’è limite alla pratica del plogging. Si stima infatti che la maggior parte dei rifiuti che popolano il mare, arrivino proprio dall’entroterra. Boschi e spiagge sono dunque perfetti per questo sport ecologico, ma anche i parchi cittadini dopo una manifestazione o un concerto. Per iniziare, è sufficiente vestirsi comodi, munirsi di busta per la raccolta e guanti.

Cos’è lo stair climbing

(Foto: Pexels)

Per chi non è nuovo al movimento ma è circondato solo da palazzoni, niente paura! A New York si sono inventati lo stair climbing, uno sport eco che non richiede l’utilizzo di alcun attrezzo, se non le proprie gambe.

Potrebbe interessarti anche: Allenamento a corpo libero, la proposta di Mercedesz Henger

Vanno bene sia le scale di casa che lavoro (in inglese “stairs”), a patto di percorrerle più volte al giorno o la settimana intervallando l’allenamento con delle pause di recupero di qualche ora. Alla McMaster University, in Canada, hanno stabilito che 10 minuti di stair climbing migliorano le funzionalità dell’apparato cardio-circolatorio e rassodano il lato B.

Per restare aggiornato e ricevere consigli e news su benessere e lifestyle, seguici su Instagram e Pinterest.

La Ica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *