Allarme prosciutto cotto: ritiro massiccio dai supermercati, rischio chimico

Allarme prosciutto cotto: ritirati alcuni lotti dai supermercati per rischio chimico. Contaminazione da listeria. Tutti gli ultimi aggiornamenti.

allarme prosciutto cotto
(Foto Pexels)

L’allarme arriva dalla Francia: alcuni lotti di noti marchi di prosciutto cotto risultano contaminati da listeria. Il ritiro è immediato e l’allerta proviene da un sito francese che ha segnalato la presenza di questo pericoloso batterio all’interno delle vaschette di prosciutto cotto a fette. Il rischio è alto, specie se consumato da persone con problemi di salute o patologie pregresse. Tutti i dettagli sul ritiro alimentare.

Allarme prosciutto cotto: rischio chimico per contaminazione da listeria

Rappel Conso, un sito francese per la prevenzione alimentare, ha segnalato di recente un lotto di prosciutto cotto venduto a fette in vaschette preconfezionate, di marchi molto noti. Il salume è diffuso in alcuni dei più famosi supermercati francesi e non. Il motivo del richiamo alimentare è allarmante: il prosciutto infatti risulta contaminato da un pericoloso batterio, la listeria. Non è la prima volta che si registra un caso di contaminazione di salumi, pesce e prodotti preconfezionati. Infatti si tratta di una sostanza batteriologica piuttosto resistente, sia ad alte che a basse temperature. Vediamo il marchio del prodotto incriminato, le catene di supermercati coinvolte e i rischi principali di contaminazione da listeria.

allarme prosciutto cotto
(Foto Pexels)

Marca e dettagli sul lotto di prosciutto cotto interessato dal ritiro alimentare

L’allarme arriva direttamente dalla Francia in cui si rileva la presenza di listeria in alcuni lotti di prosciutto cotto a fette, a marchio Herta. Il prodotto è diffusissimo in alcuni noti supermercati francesi che hanno provveduto al ritiro immediato dagli scaffali e alla debita segnalazione ai clienti che lo avessero già acquistato. Come sempre, la raccomandazione è quella di non consumare il prodotto contaminato e di riportarlo al punto vendita di riferimento per un eventuale rimborso. La denominazione del prosciutto a fette è “Le Bon Paris à étouffée – 6 fette”, venduto tra il 25 e il 27 agosto, con scadenza 22 settembre 2021. Le catene di supermercati francesi che hanno venduto il salume preconfezionato, bloccandone poi la vendita, sono: Système U, Leclerc, Monoprix, Metro, Leader Price, Intermarché, Francap, Atac, Schiever, Carrefour, Casino e Franprix.

Potrebbe interessarti anche: Ritiro alimentare Carrefour: presenza di Listeria emersa in autocontrollo

I rischi della listeriosi: malattia causata da un batterio

La listeria è un noto batterio contenuto negli alimenti che, se ingerito, può causare la listeriosi. Si tratta di una patologia diffusa attraverso gli alimenti e i suoi effetti possono essere davvero dannosi. La sua manifestazione, anche se rara, nei soggetti più fragili può condurre anche alla morte. Tra questi rientrano anziani, neonati e donne in gravidanza, mentre per il resto dell’utenza non affetta da patologie risulta innocua. Alcuni soggetti potrebbero accusare seri problemi e disturbi a livello gastrointestinale, febbre, nausea, vomito. I sintomi potrebbero evidenziarsi anche a due settimane di distanza dall’ingerimento di un prodotto contaminato, per questo motivo è molto difficile stabilirne un’origine ben precisa.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *