Righe verticali sulle unghie delle mani e dei piedi: le cause e i rimedi

Righe verticali sulle unghie delle mani e dei piedi: cosa si nasconde dietro questo inestetismo? Vediamo di cosa si tratta e come eliminarlo.

unghie piedi
(Foto Pixabay)

Dalle unghie possiamo riuscire a capire che qualcosa nel nostro corpo non va come dovrebbe. Un primo segnale di allarme ci viene dato proprio dalle unghie.

I segnali che esse lanciano per sottolineare uno stato compromesso della persona, sono diversi.

Tra quelli più espliciti possiamo individuare, le righe verticali sulle unghie delle mani e dei piedi.

Molto spesso può trattarsi semplicemente di un mero disturbo estetico altre volte invece è meglio consultare uno specialista in dermatologia.

Vediamo quali sono le cause e come è possibile intervenire per eliminare queste righe verticali dalle unghie delle mani e dei piedi, davvero brutte.

Quali sono le cause delle righe sulle unghie delle mani e dei piedi?

Non è raro vedere sulle unghie delle mani la presenza di righe verticali di cui non conosciamo le cause. Scopriamo da cosa dipende.

Le unghie rigate si presentano con sottili striature sulla superficie, una accanto all’altra, in posizione verticale (più frequentemente) o anche in orizzontale. Le righe verticali si estendono dalla cuticola fino alla punta dell’unghia, quelle orizzontali vanno analizzate tempestivamente.

Le cause che vanno a determinare questa condizione nelle unghie possono essere:

  • problema primitivo ad origine ungueale, ovvero un’onicopatia;
  • carenze alimentari e malnutrizione (carenze proteiche o vitaminiche);
  • invecchiamento;
  • infezioni batteriche o fungine a livello ungueale;
  • patologie autoimmuni;
  • malattie dermatologiche;
  • patologie sistemiche, come malattie croniche cardiache;
  • polmonari;
  • traumi.

Come possiamo trattare le righe verticali sulle unghie delle mani e dei piedi?

Per poterci sbarazzare di questa brutta e inestetica condizione delle unghie, il medico dovrà individuare la causa sottostante che ha generato le righe verticali sulle unghie delle mani e dei piedi.

manicure
(Foto Pixabay)

Solo una volta stabilita la diagnosi, sarà possibile procedere con una terapia adeguata. Di seguito vi daremo alcuni suggerimenti su come poter intervenire a seconda della patologia che ha originato questa condizione alle unghie.

Attenzione, la diagnosi e il trattamento dovrà essere sottoposto all’attenzione del proprio medico, come del resto anche la prescrizione dei farmaci utilizzati per un qualsivoglia trattamento.

Ecco alcuni suggerimenti per eliminare le righe verticali sulle unghie delle mani e dei piedi, in caso di:

  • malattie autoimmuni: come artrite reumatoide, lupus o psoriasi, generalmente il trattamento prevede farmaci a base di cortisonici e farmaci immunosoppressori;
  • infezioni batteriche o fungine diffusesi a livello ungueale: terapia antibiotica o antimicotica per periodi prolungati fino a guarigione;
  • patologie sistemiche: come affezioni della tiroide, diabete, patologie croniche cardiache e polmonari, la cura di queste ultime, ove possibile, permette la guarigione anche delle lesioni ungueali;
  • malnutrizione o carenza alimentare: occorre più che una terapia, una dieta adeguata ricca di proteine, sali minerali e vitamine.

Ricordiamo che è opportuno rivolgersi ad uno specialista che potrà tramite una visita dermatologica avvalersi di strumenti sofisticati quali la videomicroscopia.

Nel caso, poi, sospetti di un’infezione potrà effettuare un prelievo di una piccola porzione dell’unghia che verrà poi sottoposta all’esame microbiologico.

Evitiamo di auto medicarci e peggiorare la situazione che potrebbe essere risolta nel breve tempo.

Potrebbe interessarti anche: Come curare le unghie dopo lo smalto semipermanente, i consigli

Consigli per la cura delle unghie

Avere sempre cura delle unghie di mani e piedi non solo per un fattore estetico ma è importante anche per la salute.

Bastano poche ma mirate attenzioni, quali:

  • eseguire la manicure e la pedicure nella maniera corretta;
  • regolare la lunghezza e la forma delle unghie con una limetta o forbicine;
  • utilizzo di bastoncini di legno o, in alternativa, penne per cuticole che rilasciano formule curative e ristrutturanti;
  • prodotto emolliente per le pellicine;
  • una lima lucidante sulle unghie, per levigarle e renderle più brillanti;
  • una crema mani ricca di fosfolipidi e ceramidi, oppure urea e oli vegetali;
  • smalto protettivo e rinforzante;
  • usare guanti durante le pulizie di casa, per evitare di venire a contatto con prodotti dannosi per le unghie.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *