Integratore alimentare contaminato: presenza di ossido di etilene, tutti i dettagli

Integratore alimentare contaminato: pericoloso per la salute. Tutti i dettagli sul prodotto richiamato dal Ministero della Salute.

integratore contaminto
(Foto Pexels)

Prosegue il ritiro massiccio da parte del Ministero della Salute dei prodotti contaminati. Questa volta è il turno di un integratore alimentare contaminato e ritirato immediatamente dagli scaffali dei supermercati. Si tratta di un noto brand di supplementi alimentari a base di carvi e finocchio. Da un esame a campione, è stata rinvenuta la presenza di ossido di etilene in un ingrediente base dell’integratore. Tutti i dettagli.

Integratore alimentare contaminato: il maxi ritiro del Ministero della Salute

In questo mese sono stati tantissimi i richiami alimentari del Ministero della Salute. Questa volta tocca ad un lotto di integratori alimentari a marchio Lenicol Comple.med, in cui è stata ritrovatala presenza di ossido di etilene. L’integratore è a base di estratto vegetale di carvi, finocchio, camomilla, anice stellato, cannella e bambù. Infatti, proprio in quest’ultimo ingrediente fondamentale si ritrova la traccia della sostanza chimica estremamente pericolosa per l’uomo. I rischi dell’ossido di etilene sono molteplici, dalla nausea, al vomito fino a gravissime reazioni allergiche.

integratore alimentare
(Foto Pexels)

Il consiglio del Ministero della Salute è sempre quello di non consumare il prodotto incriminato e di riportarlo al punto vendita di riferimento. L’ossido di etilene è una sostanza che solitamente va a contaminare un ingrediente principe di un bene alimentare, in questo caso attaccandosi alla Bamboosa. Non è la prima volta che si ritrova questa sostanza tossica in integratori alimentari.

I dettagli sul lotto di integratore alimentare contaminato da ossido di etilene

L’integratore Lenitol a marchio Comple.med. è contaminato da ossido di etilene. Nell’ultimo mese, tanti sono stati i casi di rischio chimico dovuti alla presenza di questa sostanza. Nel caso dei dolci o dei gelati, l’ossido di etilene va ad ancorarsi alla farina di semi di carrube, un ingrediente fondamentale per l’industria dolciaria. L’integratore si vede in confezioni da 36 capsule per 595 g, con numero di lotto 5962 e termine minimo di conservazione 1/2023. L’azienda produttrice del supplemento alimentare è la Blue Lotus Srl in via Maggetti 14 a Urbino. Non consumare il prodotto contaminato da ossido di etilene per non incorrere in gravi pericoli per salute.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *