Canone Rai, cambia tutto: la novità in bolletta spiazza gli utenti

Il canone Rai è al centro del dibattito con i rincari di luce e gas. La doppia utenza residenziale accende i dubbi degli utenti: cosa bisogna sapere.

Tutte le novità sul Canone (Getty Images)
Tutte le novità sul Canone (Getty Images)

Tempo di rincari, con l’anno solare che inizia, Settembre garantisce bilanci ma anche oneri da rispettare. Come quello delle bollette e utenze: la stangata su luce e gas è già stata preannunciata. Minimo un 30% in più nelle imposte che significa più sacrifici per gli italiani in tempi di crisi post Covid. Certezze a parte, a destare ulteriore disappunto potrebbe essere la televisione e tutto quel che comporta: accessorio unico e necessario, quasi un bene primario per molti, destinato a cambiare. Evolversi con i tempi che si modificano, ma a quale prezzo?

In attesa di capire qualcosa in più in merito all’ulteriore switch off che attende le famiglie italiane – per cui è possibile richiedere un bonus tv – resta l’interrogativo riguardo al canone Rai. La tassa, da qualche anno, si paga obbligatoriamente poiché è annoverata nei richiami della bolletta della luce. Provvedimento per evitare eventuali raggiri e mancati saldi: una misura contro i furbetti. La domanda, però, resta: i rincari di luce e gas influiranno anche sul canone Rai?

Leggi anche – Gigi D’Alessio, le accuse al figlio: “Sei un raccomandato”. Il motivo

Canone Rai, cosa cambia con i rincari: le novità

Rai, cambia la bolletta (Getty Images)
Rai, cambia la bolletta (Getty Images)

La tassa televisiva corrisponde a 90 euro annuali, la più bassa in Europa, che vanno sommati – come noto – all’utenza della luce. Prassi in vigore dal 2016 che si compie una volta l’anno per ciascuna famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di apparecchi in possesso: vuol dire che non conta quante televisioni si hanno in ogni abitazione, l’addebito c’è lo stesso. Il dubbio primario è quello relativo all’eventuale doppia utenza elettrica: se un intestatario dovesse averla, potrebbe ricevere un doppio addebito? Nel pieno dei rincari la riflessione prende corpo, allora le Associazioni Consumatori hanno provveduto a risolvere ogni perplessità, debellando sul nascere possibili incertezze.

In caso di doppia utenza residenziale – viene precisato dalle autorità competenti – l’addebito verrà attribuito esclusivamente sulla fornitura con attivazione più recente. Se così non fosse, è comunque possibile chiedere il rimborso: basterà presentare apposita domanda, in via telematica, per ottenere la resa dell’importo eccedente. In alternativa, è possibile mandare una raccomandata a: Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino (TO).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *