Frutta con pesticidi: ecco quella più contaminata da evitare

Ecco una classifica dell’Environmental Working Group che ci dice qual è la frutta più contaminata dai pesticidi che andrebbe evitata.

Frutta
Frutta (GettyImages)

Tante volte abbiamo sentito parlare di questo problema. I pesticidi usati dai contadini nei campi per evitare insetti sulle piante e tutto ciò che può danneggiarle sono pericolosi poi se ingeriti dall’uomo. Infatti, queste sostanze finiscono per contaminare il prodotto e alle persone arriva un cibo velenoso.

L’Environmental Working Group è un gruppo americano che ogni anno studia e affronta questo problema analizzando la frutta e la verdura disponibile sul mercato per vedere se ci sono tracce di pesticida che sono rimaste dall’utilizzo nei campi. Ha stilato una classifica molto interessante che ci permette di capire quale frutta evitare.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> I migliori succhi di frutta con pochi zuccheri in commercio: la classifica

Da questo studio è emerso che c’è un tipo di frutta che è molto più contaminata rispetto alle altre. Dunque, sarebbe utile evitarla. Ma ci sono anche dei consigli molto utili da mettere in pratica per pulire e lavare bene la frutta acquistata al supermercato in modo da non ingerire elementi di pesticida.

Frutta con pesticidi: al primo posto ci sono le fragole

Fragole
Fragole (GettyImages)

Nella classifica ottenuta dal gruppo americano dopo i test effettuati su frutta e verdura disponibili sul mercato al primo posto ci sono le fragole. Questo significa che le fragole sono le più contaminate dai pesticidi. Subito dopo ci sono le mele, le pere e le pesche.

Per quanto riguarda le verdure, invece, ai primi posti, ovvero tra quelle più contaminate, ci sono gli spinaci, le cime di rapa e il cavolo riccio. Dunque, questo tipo di frutta e verdura sono quelle che hanno più tracce di sostanze nocive. Ma non disperate, ci sono dei modi per pulirle bene anche a casa.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Frutta in autunno: tutta quella che si dovrebbe mangiare mese per mese

Il consiglio principale, forse quello più scontato, è quello di togliere la buccia dove è possibile farlo. Tuttavia, sembra che alcuni pesticidi possano contaminare il frutto anche all’interno. Dunque, bisogna lavare bene sotto l’acqua corrente frutta e verdura e lasciarle in ammollo con acqua e aceto o bicarbonato. Dopo bisogna di nuovo strofinarle bene sotto l’acqua corrente. Questo aiuta molto nell’eliminare le sostanze dannose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *