Nuovo digitale terrestre dal 2021, tutto ciò che bisognerà fare

Quest’anno è arrivato un nuovo digitale terrestre e tantissimi sono i dubbi relativi a questa novità. Cerchiamo dunque di scioglierli nel migliore dei modi.

nuovo digitale terrestre
(foto pexels)

Cosa succede con l’arrivo del nuovo digitale terrestre? Sicuramente dovremo fare qualche piccolo cambiamento, ma la questione non è ancora stata risolta del tutto. Esistono infatti tanti dubbi relativi a cosa fare, ecco perché cercheremo di rispondere a tutte le domanda più ricorrenti.

Arriva il DVB-T2

Dal 1° settembre 2021 è arrivato un nuovo digitale terrestre chiamato DVB-T2. Si tratta di un cambiamento quasi netto, dal momento che egli non è compatibile con tutti i televisioni che attualmente sono in circolazione. Ma cosa accadrà nello specifico ai canali? La codifica mpeg-2 sarà sostituita da quella mpeg-4. In altre parole è necessario avere un televisore con HD, altrimenti non sarà possibile visualizzare tutti i canali.

digitale terrestre
(foto pexels)

Ovviamente le modifiche avverranno anche dal punto di vista della qualità. Le immagini saranno molto in chiaro, così come le interferenze diminuiranno nettamente. Nonostante questo avverrà in tutta Italia i tempi da regione in regione sono diversi.

  • dal 1° settembre al 31 dicembre 2021 questo cambiamento interesserà alle seguenti regioni: Piemonte, Lombardia, Veneto, Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna;
  • a partire dal 1° gennaio 2022 fino al 31 marzo 2022 toccherà invece a: Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania e Sardegna;
  • dal 1° aprile 2022 al 20 giugno 2022 infine sarà la volta di: Marche, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia.

Potrebbe interessarti anche: Bonus tv digitale terrestre: come ottenere fino a 130 euro

Nuovo digitale terrestre: cosa fare per vedere i canali?

Chi ha la sfortuna di non avere un televisore con HD si deve adoperare affinché possa visualizzare i canali come al solito. Tante televisioni vecchie non hanno questa opzione, dunque un’alternativa potrebbe essere l’acquisto di una nuova. Tuttavia abbiamo una seconda possibilità: possiamo semplicemente acquistare un nuovo decoder esterno.

televisione con digitale
(foto pecels)

Prima di agire però è possibile effettuare un test per vedere se effettivamente dalla propria TV i canali si vedono. Basta selezionare il canale 100, oppure il canale 200. Se appare la scritta Test HEVC Main10 vuol dire che il televisore che abbiamo è già idoneo alla visione dei canali, dunque non è indispensabile apportare alcuna modifica.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Inps studenti 2021: ecco come ottenerlo, si arriva fino a 1.300 euro

Il Bonus TV 2021

Se al contrario tale scritta non sarà visualizzata, ma apparirà semplicemente “Canale nn disponibile” vorrà dire che dovremo scegliere tra le due alternative citate in precedenza. A tal proposito possiamo approfittare del Bonus TV. Esso è riservato a tutti gli utenti che hanno un reddito ISEE inferiore a 20.000 euro. Con esso è possibile sia acquistare un televisore completamente nuovo, sia acquistare semplicemente un decoder.

guardarae la televisione
(foto pexels)

Il bonus in questione prevede uno sconto di massimo 50 euro che sarà praticato direttamente al momento del pagamento del nuovo acquisto. Ovviamente bisogna dimostrare di essere tra i beneficiari di tale bonus, dunque dobbiamo presentarci al negozio muniti di un modulo apposito. In esso bisogna dichiarare di essere residenti in Italia e di avere per l’appunto un reddito inferiore ai 20.000 euro. In più, per ogni nucleo familiare solo un componente può beneficiare di tale bonus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *