Strofinacci della cucina: un trucco per pulirli da urlo

Gli strofinacci della cucina devono essere sempre puliti e profumati: eccovi un trucco veloce ed economico per averli sempre al top

Pulire gli strofinacci in microonde
Lavello (pixabay)

Sono un po’ i tuttofare della cucina perché li adoperiamo più o meno per tutto: asciuga di qua, prendi di là, pulisci più su. Inoltre, spesso entrano a contatto con alimenti organici che, alla lunga, possono produrre cattivo odore e sicuramente i batteri. Stiamo parlando degli stracci da cucina, alleati validissimi ma che tendiamo alle volte a trascurare. Usati più e più volte finiscono con lo sporcarsi e pulirli non è sempre semplice. C’è la cara e vecchia lavatrice ma questa, pur non volendo considerare i consumi, richiede tempi piuttosto lunghi. Noi come facciamo in cucina senza i nostri stracci? Ecco quindi una metodica più facile e veloce.

Ti potrebbe interessare anche-> Pavimenti profumati e puliti in inverno, ecco alcuni semplici rimedi

Strofinacci della cucina: ecco come dovete fare per averli sempre al top

Pulire gli strofinacci in microonde
da pixabay

Inziamo: ci vuole veramente poco. Vi servirà:

  • bicarbonato, 1 cucchiaio
  • sapone liquido per i piatti, 2 cucchiai
  • acqua, 4 cucchiai
  • sacchetto per il gelo, 1

Prendete il canovaccio incriminato, iniziate magari dal più sporco, e infilatelo nel sacchetto per il gelo. Aggiungente, sempre nel sacchetto, bicarbonato, sapone e acqua nelle quantità scritte sopra.  Chiudete bene il sacchetto: fate una seconda prova che il sacchetto sia davvero chiuso bene, o rischierete di fare un disastro, rovesciando tutto. Essendovi accertate di ciò agitate bene, così da far distribuire in maniera omogenea il bicarbonato, il sapone e l’acqua. Dovreste avere un composto più o meno omogeneo.

Ti potrebbe interessare anche-> Pastiglie fatte in casa per pulire la lavastoviglie

Accendete il vostro bravo microonde: portatelo alla temperatura massima raggiungibile e impostate il timer a due minuti. Ponete il sacchetto contenente il canovaccio all’interno. Passati i due minuti, prendete dal microonde il tutto (attenti alle mani, per carità) e lasciatelo raffreddare. Potete, per facilitare il raffreddamento, passare il canovaccio sotto un getto tiepido.

Se quello che vi preoccupa è invece l’odore– capita- provate a spruzzarlo con aceto bianco e succo di limone, che sono anti-batterici e igienizzanti naturali. Vi basterà poi stenderlo ad asciugare.

Eccovi quindi un canovaccio pulito e profumato, da usare come nuovo!

Serena Garofalo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *