Errori da non fare con le piante grasse: sbagli che si possono evitare

Errori da non fare con le piante grasse, tutte quelle pecche da non commettere quando si decide di prendere questa pianta per la nostra casa.

piante grasse
(Foto Pixabay)

Molto spesso si sceglie questo tipo di pianta da tenere in casa, ma non si conosce in che modo prendersene cura.

L’errore che maggiormente viene commesso è quello di credere che le piante grasse si comprino e si lascino lì in un angolo, dimenticandole.

Siamo onesti con noi stessi, il pollice verde non c’entra, questa è solo una scusa a dirla tutta anche banale, per metterci la coscienza a posto.

Ecco perché abbiamo pensato di stilare un elenco di errori da non fare con le piante grasse da appartamento. Vediamolo insieme.

Errori da non fare con le piante grasse

Se vuoi ottenere il meglio da queste piante, con poco impegno e molte soddisfazioni, è opportuno che tu dia uno sguardo a queste regole.

piante grasse
(Foto Pixabay)

La maggior parte delle piante grasse che si coltivano all’aperto nei climi caldi possono inoltre essere tenute senza problemi anche come piante da appartamento se si abita in una zona più fredda.

Grazie alla loro capacità di resistere in aree aride, non fanno fatica ad ambientarsi alle condizioni calde e secche di una casa riscaldata.

Tuttavia ci sono alcuni errori da non fare con le piante grasse, se si decide di metterne qualcuna in casa. Come per tutte le cose, gli animali, le persone e le passioni, non vanno mai trascurate. Tutto ciò a cui si tiene va seguito e  “coltivato” mai come in questo caso il termine è più indicato.

A questo punto non ci resta che conoscere quali sono gli errori da non fare con le piante grasse.

Cambiare il vaso

Molto spesso quando si acquistano questo genere di piante dal fioraio, vengono consegnato con un vaso di plastica, che assolutamente va cambiato.

La plastica è un materiale non traspirante e le piante grasse hanno bisogno che le radici non stiano troppo nell’umidità. La soluzione è presto detta, comprare quanto prima un bel vaso in terracotta anche più grande di quello attuale, in modo tale che la pianta possa avere la possibilità di crescere.

Terreno giusto

Il terreno ideale della nostra pianta grassa deve essere ben drenato. Occorrerà disporre sul fondo del vaso (durante il travaso da quello di plastica), uno strato di argilla espansa apposita.

L’importante che lo strato drenante non deve superare un terzo dell’altezza del vaso. Dopodiché disporre un primo strato di terriccio (per piante succulente) fino a quando il vaso è pieno per due terzi.

A questo punto sarà possibile disporre la pianta con tutto il suo panetto di terra intorno alle radici. Mettere la pianta giusto al centro e riempire le parti vuote intorno con altro terriccio.

Potrebbe interessarti anche: Piante che depurano l’aria: quali sono? Ecco la lista completa

Ubicazione della pianta

È vero che queste piante hanno bisogno di luce, ma tra gli errori da non fare con le piante grasse, c’è l’esposizione in un punto in cui il sole batte tutto il giorno.

Questo perché potrebbe ferirle, molto meglio un punto in cui in alcune ore della giornata c’è luce non diretta.

Non devono nemmeno essere collocate vicino alle fonti di riscaldamento ma molto meglio vicino a una finestra dove anche l’eventuale sole diretto invernale non gli farà alcun male.

Annaffiatura e concime

Un grande errore? Pensare che le piante grasse non hanno bisogno di acqua. Se la nostra pianta grassa d’estate è all’aperto si annaffia ogni sera, mai nelle ore centrali quando il sole è forte.

Meno spesso se sono in casa anche d’estate. D’inverno vanno lasciate a riposo e annaffiate solo quando vediamo il terreno molto polveroso a causa dei riscaldamenti, il che potrebbe accadere anche solo una o due volte in tutto l’inverno.

Mentre in primavera, le piante grasse hanno bisogno di un po’ di concime per nutrire il terreno. Da somministrare ogni quattro settimane, come dicevamo precedentemente meglio un terreno specifico per succulente, povero d’azoto.

Raffaella Lauretta

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *