Osteoporosi, combatterla si può: ecco i precetti d’oro

L’osteoporosi, malattia che insorge col progredire dell’età, può avere effetti anche gravi sulla qualità della vita: ecco quindi delle regole da seguire

osteoporosi, regole per prevenirla
vitamine (pixabay)

L’osteoporosi si presenta sempre più spesso in donne che abbiano superato i 50 anni d’età: la percentuale, tra queste, che ne soffre è del trenta percento. Una percentuale non irrisoria se si considerano i problemi molteplici a cui questa condizione porta.

Si parla, per farla semplice, di ossa fragili: questo comporta dolori e un rischio fratturativo molto alto, oltre la media di una persona sana per urti anche leggerissimi. E’ una malattia che colpisce il sistema osseo nella sua interezza, dovuta ad una bassa densità minerale e quindi al deterioramento progressivo del tessuto osseo.

Ci sono però dei precetti che possono essere seguiti per cercare di prevenire la malattia, al massimo delle nostre possibilità.

Ti potrebbe interessare anche-> Eliminare il prurito dalla testa, con prodotti naturali e tecniche efficaci

Combatti l’osteoporosi seguendo questi precetti d’oro

osteoporosi, regole per prevenirla
Mano di anziana(pixabay)
  • Scegli con cura cosa indossi ai piedi: preferisci scarpe basse e antiscivolo, chiuse o aperte a seconda della stagione, non importa. I tacchi meglio di no.
  • Viaggia comodo: che è un po’ la volontà di tutti ma tu puoi! (guardiamo il lato positivo) Ad ogni modo, scegli sempre posti comodi che ti permettano di allungare le gambe se ne senti il bisogno. Se serve chiedi l’accesso per i passeggeri a ridotta-mobilità. Insomma, prenditi cura di te anche quando sei in viaggio!
  • Scegli bene la tua camera da letto (che tu stia prendendo casa o stia scegliendo l’hotel dove alloggerai)
  • Fai una moderata attività sportiva: così facendo migliorerai il tono muscolare e sarai più protetta e agile per quanto riguarda le cadute

Ti potrebbe interessare anche-> Brufoli sul mento, perché appaiono e come curarli in maniera efficace

  • Prendi molta vitamina D, che sia col sole o con gli alimenti
  • Non interrompere mai la tua terapia: prendi i medicinali che devi e non saltare mai le visite di controllo

serena garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *