Frutta autunnale: la lista e i benefici, anche contro i malanni di stagione

Con la stagione fredda è arrivata anche dell’ottima frutta autunnale. Per il nostro organismo è un toccasana, anche contro i malanni di stagione.

Frutta autunnale
Frutta autunnale (Foto di Mikhail Nilov da Pexels)

La stagione fredda porta con sè dei lati positivi. Uno di questi è sicuramente la varietà di frutta autunnale disponibile per tutti noi. Non solo è veramente buona da mangiare, gustosa e saporita, ma ha delle proprietà che fanno molto bene al nostro organismo, soprattutto in quelle persone più deboli, come gli over 60.

Inoltre, è possibile reperire della buona frutta di stagione a chilometro zero e questo è molto importante. Sulla nostra tavola può arrivare frutta fresca, si può cucinare e gustare calda, ma in ogni caso è un prezioso alleato contro i malanni di stagione. Parliamo, quindi, di mele, uva, castagne, cachi, kiwi, melagrana, pere, mirtilli rossi, more, prugne. Ma anche fichi, fichi d’india, mandarini e arance.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Frutta in autunno: tutta quella che si dovrebbe mangiare mese per mese

Fichi e fichi d’india, ad esempio, sono i primi frutti che troviamo in autunno. Questi contengono molti sali minerali, potassio, ferro e calcio e molte vitamine, del gruppo A, B, PP, C. Grazie alla presenza di molte fibre donano sazietà. Inoltre, aiutano molto nella digestione e nell’equilibrio dell’intestino. Ma vediamo anche tutti gli altri frutti.

Frutta autunnale: la lista e i benefici, anche contro i malanni di stagione

frutta autunnale
Frutta autunnale (Pexels)

Le more sono ricche di acqua, fibre e vitamine C e K. Hanno, inoltre, un effetto antiossidante e antinfiammatorio. Anche le prugne sono molto importanti. Notoriamente utili per l’intestino, sono anche un toccasana per il cuore perchè agevolano l’assorbimento del ferro, combattono la ritenzione idrica e rallentano l’invecchiamento del corpo.

Presenti per tutta la stagione anche mele, pere e cachi. Le mele, ad esempio, sono ricche di fibre, sali minerali e vitamina B. Sono povere di zuccheri e contengono pectina, in grado di produrre acido butirrico, una sostanza antitumorale. Le pere come proprietà sono simili alle mele. Anche loro combattono i radicali liberi, hanno vitamina C e B e proteggono i reni. I cachi hanno molti sali minerali come potassio, fosforo e magnesio. Aiutano molto il sistema immunitario, ma sono molto dolci, dunque, bisogna fare attenzione.

Possiamo fare il pieno di vitamine mangiando kiwi, mirtilli rossi e melagrana. Sono ricchi di vitamine C, E e K, aiutano nella digestione, potenziano il sistema immunitario e il sistema nervoso. La melagrana, in particolare, ha proprietà antiossidanti, antibatteriche e antitumorali. Una barriera naturale contro i batteri e virus di stagione, poi, è offerta da mandarini e arance. Sono molto utili per il cuore, gli occhi, contro la spossatezza.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Autunno, voglia di letargo? Ci pensano gli integratori alimentari

Infine, non possiamo non parlare dei simboli dell’autunno, ovvero uva e castagne. Queste ultime sono molto nutrienti, ricche di amidi, proteine, potassio, fosforo, zolfo, vitamine. Poco indicate per chi ha il diabete, ma molto utili per gli sportivi. Anche l’uva è poco indicata per il diabete, ma è ricca di acqua, favorisce la digestione e la circolazione. Ha una funzione antitumorale, aiuta nel benessere della pelle e per le donne è un’ottima alleata in menopausa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *