Come proteggere le rose dai primi freddi: bastano queste piccole e semplici cure

I primi freddi possono essere letali per le nostre rose: ecco delle accortezze da mettere in pratica per proteggere piante e fiori dal gelo.

proteggere rose primi freddi
(Foto Pixabay)

La rosa è la piante più conosciuta e amata al mondo. Simbolo di amore, eleganza e bellezza, è nostro compito prendercene cura nelle stagioni più fredde, per poi tornare ad ammirarla in fiore con l’arrivo della primavera. Per proteggere le rose dai primi freddi sono necessarie delle attenzioni davvero piccole e semplici. Scopriamo insieme come fare.

Come proteggere le rose dai primi freddi

Le rose sono piante forti, rigogliose e resistenti: proteggerle dai primi freddi non è affatto difficile.

potare le rose sfiorite
(foto pexels)

Basta un po’ di impegno e la giusta conoscenza di questa pianta e dei fattori che possono costituire un pericolo per la sua salute.

Tra questi, oltre all’abbassamento delle temperature, c’è anche un rischioso parassita. Si tratta degli afidi delle rose, più comunemente conosciuti come pidocchi, responsabili dei buchi che compaiono sulle foglie di queste piante.

Come proteggere le rose dai primi freddi? Non sono necessarie delle accortezze specifiche, ma piccole attenzioni semplici e veloci da mettere in pratica:

  • Concimazione;
  • Potatura;
  • Pacciamatura;
  • Irrigazione.

Potrebbe interessarti anche: Potare le rose sfiorite: tutto quello che c’è da sapere a riguardo (VIDEO)

Concimazione e potatura per il benessere delle piante

Prima di tutto, per proteggere le rose dai primi freddi è fondamentale concimarle e potarle.

rosa fiorita
(foto pexels)

La prima operazione andrebbe svolta da ottobre a dicembre, con l’obiettivo di rendere il terreno intorno alla pianta fertile e nutriente, in modo che possa offrirle il supporto necessario per affrontare il rigore della stagione più fredda.

Sarebbe bene scegliere un concime ricco di azoto, potassio e magnesio, assicurando così una crescita costante delle rose.

Anche la potatura è un’operazione imprescindibile: il rischio, infatti, è che i rami troppo lunghi si spezzino a causa delle forti folate di vento, o sotto il peso della neve. Naturalmente, è indispensabile eliminare anche eventuali foglie malate.

L’autunno è il periodo perfetto per proteggere la pianta con un prodotto antifungino, eliminando il rischio che i parassiti possano danneggiarla.

Potrebbe interessarti anche: Pianta di Limone: come proteggerla dal freddo

Proteggere le rose dai primi freddi con pacciamatura e irrigazione

Delle ulteriori accortezze da mettere in pratica per proteggere le rose dai primi freddi sono la pacciamatura e l’irrigazione.

bocciolo di rosa
(foto pexels)

La tecnica della pacciamatura permette di proteggere le radici della pianta nel caso di inverni particolarmente gelidi. Mettere in pratica questa operazione è semplice: basta ricoprire il terreno circostante con gusci di noci e foglie secche, che avranno l’importante compito di tenere le radici delle rose al caldo durante l’inverno.

Infine, attenzione alla frequenza con cui si innaffia la pianta. Se, infatti, in estate la rosa ha bisogno di irrigazioni costanti, in inverno è bene diminuire il numero di annaffiature per evitare il rischio che le radici della pianta possano marcire dopo aver assorbito una quantità di acqua eccessiva.

L. B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *