L’ingrediente base per un ottimo sgrassatore: no, non il bicarbonato

Sgrassatore fatto in casa? Ecco l’ingrediente base che vi serve per realizzarlo: e no, non è il solito bicarbonato di sodio

come fare uno sgrassatore con la cenere
sgrassatore (pixabay)

In tema di “sgrassatori”, ognuno ha la sua. Chi ha trovato la propria salvezza in un prodotto già fatto acquistabile al supermercato comodamente, chi va di aceto e bicarbonato, entrambi così osannati, chi s’è proprio inventato una metodica di sana pianta.

Insomma, ognuno ha le sue. Però scommettiamo che nessuno di voi, almeno tra i più giovani, ha mai sentito parlare della soluzione che proponiamo oggi. Questa infatti è decisamente cara alla tradizione: l’ennesima riprova che alle volte delle risposte valide possono venirci dal passato!

Ti potrebbe interessare anche-> Vaso trasparente per l’orchidea, perché è fondamentale sceglierlo

Ecco come realizzare uno sgrassatore efficace con un ingrediente della tradizione

come fare uno sgrassatore con la cenere
spugnetta per le pulizie (pixabay)

L’ingrediente segreto a cui abbiamo alluso così a lungo è uno, caro alla tradizione delle nostre nonne: la cenere.  Utilizzato nelle pulizie e persino nel bucato fino a qualche tempo fa,  questo residuo della legna bruciata, se cotto di nuovo, forma la lisciva, una sorta di soda caustica che va davvero a colpo sicuro.

Ora, se  a questo noi aggiungiamo un tensioattivo– ossia una sostanza che abbassa la tensione superficiale di un liquido- l’efficacia della lisciva ne uscirà potenziata. E indovinate qual è il più classico tensioattivo? esatto, il detersivo per i piatti. Premessi questi ingredienti, ecco come fare a creare il nostro sgrassatore che ci aiuterà ad avere una casa brillante.

Per realizzare il nostro ci servirà, come detto:

  • 50 grammi di cenere;
  • 25 grammi di detersivo per i piatti;
  • 1,5 litri di acqua

Per prima cosa scegliete un recipiente abbastanza capiente che sia adatto a queste operazioni: dovrete versare infatti tutta l’acqua in questo e aggiungervi la cenere.

Ti potrebbe interessare anche-> Per un wc splendente ecco come smacchiare la ceramica

Lasciate lì per circa una giornata: badate di non dimenticarvelo, di tanto in tanto dovrete giralo. Trascorse le ventiquattro ore filtrate accuratamente l’acqua, per togliere i residui di cenere. A questo punto, potrete mettere i 25 grammi di detersivo.

Preparate uno spruzzino e riversate il contenuto all’interno: vaporizzate il contenuto sulla superficie e lasciate agire per venti minuti, poi sciacquate con un panno inumidito. Sorpresi?

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *