Ricetta delle castagne bollite: come cucinare delle gustose castagne lesse

Non solo arrosto o affumicate: ecco la ricetta perfetta per riuscire realizzare delle castagne bollite light e saporite allo stesso tempo.

come fare delle ottime castagne
castagne (pixabay)

Le castagne lesse sono un piatto semplice e veloce da preparare, che può essere impiegato anche come base per la realizzazione di altre preparazioni, sia dolci che salate. Il loro sapore, infatti, è neutrale e si presta bene ad arricchire numerosi altri piatti della tradizione italiana e non. Ecco la ricetta semplice e veloce per cucinare delle buonissime castagne bollite.

Ricetta delle castagne bollite: gli ingredienti

Gli ingredienti per preparare delle ottime castagne lesse sono pochi semplici da reperire.

castagne
Castagne (Foto di Sandra Filipe da Pexels)

Per preparare una quantità per 4 persone sono necessari:

  • 2-3 foglie di alloro;
  • 600 grammi di castagne;
  • acqua fredda;
  • 2 cucchiai di olio extravergine di olive o di semi di girasole.

I tempi totali di realizzazione di questa ricetta ammontano a 1 ora per la preparazione e a 45 minuti per la cottura delle castagne bollite.

Potrebbe interessarti anche: Castagne al cartoccio, come renderle saporite con i consigli di Benedetta Rossi

Procedimento per la preparazione delle castagne bollite

Per completare realizzazione delle nostre castagne bollite, non ci resta che capire come si articola il procedimento della ricetta.

castagne
Castagne (Foto di Ylanite Koppens da Pexels)

Per prima cosa, occorre pulire le castagne con l’aiuto di un panno asciutto. Dopodiché, bisogna riempire una pentola con l’acqua fredda, e al suo interno versare le castagne e le foglie di alloro.

Dopodiché, basterà mettere la pentola sul fornello, coprirla con un coperchio e lasciar cuocere il tutto a fuoco moderato per 40-45 minuti circa.

Come capire se le castagne sono cotte? Il miglior consiglio è quello di controllare la loro consistenza con l’aiuto di una forchetta.

Potrebbe interessarti anche: Castagne anche dopo l’autunno: come conservarle per averle fresche a lungo

Qualora la dimensione delle castagne sia particolarmente grande, i tempi di cottura potrebbero prolungarsi. In questo caso, la soluzione perfetta consiste nel monitorare ogni 5 minuti circa se la bollitura è giunta a completamento o se è necessario lasciare ancora la pentola sul fuoco.

Attenzione a non lessarle troppo: le castagne devono risultare morbide senza spaccarsi eccessivamente. A cottura ultimata, bisognerà scolarle e disporle su un canovaccio.

Dopodiché, dovremo incidere la buccia eliminando sia la corteccia esterna che la pellicina. Una volta completata questa operazione, potremo decidere se gustare immediatamente le castagne, o conservarle.

In questo caso, l’ideale sarebbe spennellarle con dell’olio per assicurarsi che la loro consistenza rimanga sempre morbida e burrosa. Le castagne bollite possono essere conservate per 7 giorni in frigorifero, all’interno di un contenitore sigillato ermeticamente.

L. B.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *