“SAD”, ossia il disturbo affettivo stagionale. Cause e rimedi

Avete mai sentito parlare di “SAD”? si tratta del disturbo affettivo di stagione e colpisce l’umore, l’appetito e il sonno.

sad, come combattere il disturbo stagionale
donna che dorme (pixabay)

L’autunno ci ha portato via delle preziose ore di luce, il buonumore e l’appetito. Capita spesso, in periodi così, di sentirsi molto irritabili, fiacchi e senza alcuna voglia di fare. Si tratta del SAD, seasonal affective disorder e colpisce almeno il venti percento della popolazione.

I sintomi classici sono, nell’ordine: fame costante di dolci, essere di malumore, avere un sonno non regolare, sentirsi depressi, soffrire di stipsi, essere apatici con il mondo esterno.

Tutto ciò è dovuto ad un alterazione nella produzione di serotonina. Viene prodotta, visto le ore di buio, più melatonina e questo comporta i disturbi sopra elencati.

Ti potrebbe interessare anche-> Arriva l’inverno: il trucco per inserire il piumone nel copripiumone risparmiando tempo ed energie

SAD, cercare un rimedio al disturbo stagionale

sad, come combattere il disturbo stagionale
Ragazza con ombrello (pixabay)

Un’alterazione, quindi: la serotonina è un neurotrasmettitore prodotto dal cervello su base dell’amminoacido triptofano. Precede la melatonina ed è considerata l’ormone del benessere e della felicità. L’organismo, percependo più ore di buio, può produrre più melatonina a discapito della serotina stessa. Un guaio visto che questa regola, tra le altre cose, il senso di appetito e sazietà.

Ti potrebbe interessare anche-> Colesterolo alto: ecco alcuni rimedi naturali per abbassarlo

Per cercare di porre rimedio, bisognerebbe introdurre alimenti a base di triptofano. E tuttavia, ci vuole un’attenzione in più, non tutti i cibi che contengono questo amminoacido possono trasformarsi in serotonina ma ci vuole la combo: cibo in questione, carboidrato complesso, ferro, vitamina B. In particolar modo, consumate:

  • cereali integrali: avena, riso integrale, grano saraceno, farro e orzo decorticati
  • uova
  • pollo e tacchino
  • latte, yogurt, parmigiano ricotta
  • legumi come ceci, soia, fagioli e lenticchie
  • pesce azzurro, salmone, sgombro, sardine, orate e branzini, alici e tutto il pesce azzurro in generale
  • verdure: broccoli, spinaci e verdure e ortaggi a foglia verde
  • frutta: banane, kiwi, datteri e frutti rossi/arancioni, mirtilli
  • cioccolato fondente e cacao amaro
  • noci e semi oleosi (lino, sesamo, girasole e zucca)
  • olio evo e avocado

Inoltre, per far bene all’umore, potete concedervi una coccola al cioccolato.

Serena Garofalo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *