Strano ma vero: la buffa ricetta dei dolcetti al cavolfiore

E’ una ricetta cara alla tradizione siciliana che forse ci lascia un po’ sorpresi: ecco la ricetta dei dolcetti al cavolfiore

frittelle-di-cavolfiore
cavolfiore (pixabay)

E’ un ortaggio autunnale che, soprattutto in questi mesi, riempie i banchi frutta. Lo troviamo in mille ricette, dallo sformato al rustico, ma di mangiarlo versione dolce non ci avevamo mai pensato. Eppure queste frittelle al cavolfiore sono care alla tradizione siciliana: nell’isola infatti vengono preparate nella giornate di san marino.

Ti potrebbe interessare-> Cotoletta ricotta e patate: più morbide e gustose

La ricetta buffa dei dolcetti al cavolfiore

frittelle-di-cavolfiore
frittelle (pixabay)

Questi ingredienti sono tarati su quattro persone:

  • 250 g di cavolfiore bianco;
  • 80 g di farina di tipo 00;
  • 1 uovo;
  • 15 g di zucchero semolato;
  • 5 g di lievito per dolci istantaneo;
  • 25 g di succo di arance;
  • 1 bustina di aroma di vaniglia/1 cucchiaino di estratto di vaniglia;
  • olio per friggere, zucchero semolato quanto basa

Ti potrebbe interessare-> Cachi: proprietà, benefici e controindicazioni di questo frutto autunnale

Per prima cosa, dobbiamo lavorare gli ingredienti. Puliamo e laviamo il cavolfiore, poi passiamo a tagliarlo in cimette. Lasciamolo bollire in un’acqua leggermente salata per circa dieci minuti. Scolate i pezzettini tagliati e sminuzzateli ulteriormente usando una forchetta.

Nel mentre passate al setaccio la farina, il lievito e  la vanillina. Approfittatene poi per sbattere uova e zucchero insieme, aggiungete farina, lievito e il cavolfiore tagliato in pezzi. Ora dovrete iniziare a mescolare gli ingredienti: versate pian piano il succo d’arancia, cercando di far ammorbidire il composto. Attenzione: dev’essere morbido ma non liquido.

Ora dobbiamo passare alla frittura. Versate un po’ d’olio in una padella: prendete un po’ di pastella e immergetela nell’olio dopo che si sarà riscaldato. Fatela cuocere finché l’impasto non sarà divenuto color oro: meglio farne un po’ per volta rispetto a metterle tutte insieme, così avrete una frittura più omogenea.

A fine frittura, poggiatele sulla carta assorbente e servitele ancora calde, dopo averle spolverate di zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *