Moka ed istruzioni lavaggio, quello che non sapevi ti sorprenderà. Non ci credi? Scoprilo

Chi non usa la moka o anche conosciuta volgarmente come macchinetta del caffè? Possiamo tranquillamente affermare che questa caffettiera ha fatto la storia dell’Italia, oggi ti spieghiamo come pulirla bene ovunque. 

Caffè, metodo tre M
caffè in moka (pixabay)

La moka è una caffettiera tutta italiana, nasce nel 1933 grazie ad un’idea di Alfonso Bialetti, brevettata ed esportata in tutto il mondo oggi è il simbolo del Made in Italy. Con il tempo, il progetto iniziale ha subito qualche modifica, ma il principio è rimasto sempre lo stesso. La sua forma è quella standard, ottagonale in alluminio, il suo funzionamento è davvero molto semplice. Dopo aver riempito di acqua naturale la parte inferiore, ovvero la piccola caldaia fino alla valvola di sfogo (mai oltre), si inserisce il cestello dosatore (a forma di imbuto con filtro) pieno di polvere di caffè. Successivamente viene avvitata con la parte superiore, quella che raccoglierà il caffè, dotata anch’essa di un filtro e di una guarnizione di gomma.  L’acqua andrà in ebollizione grazie alla fiamma, nella caldaia si formerà del vapore saturo che costringerà il liquido a salire verso la superfice passando attraverso la polvere di caffè. Dopo pochissimi minuti nel boccale (o raccoglitore) avremmo la nostra amata bevanda.

Potrebbe interessarti anche —-> Come smacchiare la tovaglia dalle macchie di sugo: qualche trucco

Un piacere a cui nessun italiano riesce a rinunciare

Perché bisogna pulire la moka
Caffè versato (pixabay)

Per quanto il modo di fare il caffè si sia evoluto e sia diventato forse più pratico con l’ausilio di macchine a cialde o a capsule, il vero caffè italiano è preparato con la moka. Il profumo di questa bevanda di primo mattino o nel pomeriggio che inebria la casa rende l’atmosfera più rilassante, più familiare. Il caffè non è solo una semplice bevanda, è un mood, una forma mentis, un momento per se stessi o da condividere con gli altri, una tazza di caffè è anche sentimento. 

Potrebbe interessarti anche —> Ammorbidente: su quali capi è consigliabile non usarlo

Dal momento che viene utilizzata più volte al giorno oggi vogliamo farti scoprire come lavarla al meglio così da poter bere un caffè sempre perfetto a tutte le ore. Innanzitutto è bene che tu sappia che la moka va lavata ogni qual volta la si utilizza. Non deve mai rimanere sporca. Non servono detersivi particolari per pulire la moka, ti basterà uno spazzolino per i denti e del semplicissimo bicarbonato di sodio. Se preferisci puoi lasciarla in ammollo per qualche minuto e poi passare al consueto lavaggio.

Molte persone dimenticano di lavare una parte molto importante della moka, ovvero la guarnizione di gomma che deve essere cambiata spesso perché soggetta ad usura. Non lavare bene la guarnizione vuol dire bere un caffè di scarsa qualità. Per cui la prossima volta lava ogni parte della moka e sentirai che differenza di sapore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *