Marchi di pasta italiana ma con grano non italiano? Ecco quali sono

Marchi di pasta italiana con grano non italiano: è la realtà di molti marchi in circolazione. Ecco quali sono e quali invece usano grano italiano

marchi-pasta-grano-italiano
pasta (pixabay)

Come consumatori accaniti di pasta, simbolo fiero della nostra penisola, siamo convinti che, leggendo su di un marchio che è italiano, questo sia italiano in tutto: dalla materia prima, alla composizione, alla distribuzione. Spesso però siamo smentiti: basterebbe leggere sul retro della confezione. Qui è segnalato per obbligo di legge la provenienza del grano utilizzato nella fase di produzione: italiano, europeo, extraeuropeo.

Tale legge fu varata nel 2017 e obbligava appunto a dichiarare la provenienza delle materie prime. Coldiretti, quando la legge entrò in vigore, riscontrò un aumento dei consumi dei prodotti italiani con materie prime provenienti dal nostro paese. Questa legge è destinata a decadere: il suo effetto sarebbe dovuto terminare ad aprile, l’obbligo è stato poi esteso fino a Dicembre.

Tra due mesi, dunque, l’obbligo cadrà in maniera definitiva e nessuno sarà più tenuto a dichiarare l’origine dei prodotti. Cerchiamo in questa sede di fare mente locale e di tenere a mente quali sono le case e i marchi che si impegnano nell’uso di grano italiano e quali invece si riforniscono all’estero.

Ti potrebbe interessare anche-> Vivere fino a cent’anni nelle zone blu del pianeta: il segreto

Ecco quali sono i marchi di pasta che usano grano italiano

marchi-pasta-grano-italiano
grano (pixabay)
  • Baronìa: selezionano grano italiano
  • Conad
  • Divella, la linea integrale
  • Eurospin per quanto riguarda la linea bronzo, la linea biologica e le trofie integrali
  • Girolomoni:
  • Granoro,
  • Granoro ma la linea bio
  • Agnesi
  • Alce Nero
  • Antonio Amato non solo grano italiano ma macinato a salerno
  • Barilla: sul sito viene riportato che  “per i formati classici della pasta destinata al mercato italiano, Barilla utilizza grano 100% italiano selezionato”;
  • La Molisana: in particolare grano del Molise, della Puglia, delle Marche, del Lazio e dell’Abruzzo;
  • La Pasta di Camerino
  • Libera Terra: grano proveniente dal sud italia
  • Liguori: Grani del Tavoliere delle Puglie, della Basilicata, del Molise e delle Marche;
  • Pasta Armando
  • Pasta Coop, linea Fior Fiore-
  • Pasta Despar Premium
  • Rummo, linea integrale e biologica
  • Valle Del Grano: grano proveniente dalla sicilia
  • Vivi Verde Coop
  • Voiello

Ti potrebbe interessare anche-> Wurstel di suino, richiamo alimentare, non consumare

Marchi che usano grano misto, italiano e non

  • Conad: solo il cinquantuno percento è grano proveniente dall’Italia, il resto è estero
  • Coop
  • De Cecco: parte del grano proviene dall’arizona
  • Divella
  • Eurospin: la provenienza della pasta tre mulini non è neppure segnalata.
  • Garofalo: grano italiano, australiano e dell’Arizona;
  • Granoro: Il grano è da Italia, Canada, Stati Uniti, Australia, Francia, Grecia e Spagna;
  • Todis

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *