Friggere senza olio: l’ingrediente senza grassi che può sostituirlo

Friggere senza olio è possibile, vi sveliamo l’ingrediente segreto che può sostituirlo, evitando persino i grassi. Basta questo ingrediente per aver una frittura ottima.

Friggere l'olio
Friggere l’olio (foto da Pixabay)

Sembra assurdo crederlo, eppure è così: è possibile friggere senza utilizzare l’olio. Avete letto bene, ma non solo, senza aggiunta di grassi e con risultati stupefacenti. Basta soltanto avere a portata di mano questo ingrediente segreto, facilmente reperibile.

Certo è che le fritture sono davvero gustose, così croccanti e dal sapore intenso. Se non fossero così grasse le si vorrebbe mangiare ogni giorno. Tutto quell’unto di olio non fa certo bene alla nostra salute. Da oggi però si può cucinare lo stesso e friggere senza olio. In che modo?

Leggi anche → Caffè: i fondi possono essere utilizzati per scaldare casa e non solo

L’ingrediente segreto che sostituisce l’olio per le nostre deliziose fritture

Olio in padella
Olio in padella (foto da Pixabay)

Friggere senza olio si può, basta saperlo: si tratta del glucosio. Il glucosio, sia in polvere che destrosio, si trova facilmente in tutti i supermercati e alimentari. È uno zucchero naturale che si ricava dall’uva, e che in questo caso può essere utilizzato al posto dell’olio per cuocere le nostre prelibate fritture.

Il glucosio è scioglie a 150° di temperatura e non caramella se non si superano i 190°. È un ingrediente perfetto per cucinare i dolci, ma si può usare al posto dell’olio per le immancabili fritture di carne, pesce o verdure, contenendo, tra l’altro, molti meno grassi. Bisogna solo tener conto di una cosa, trattandosi di uno zucchero, il glucosio è molto dolce. Quando friggete fate attenzione a sigillare gli ingredienti avvolgendoli dentro una foglia di lattuga, in modo tale da proteggerli dall’estrema dolcezza del glucosio.

Come friggere senza olio? Prendete una padella antiaderente, copritene il fondo con un pizzico di glucosio, bastano due dita. A questo punto accendete il fornello a fiamma medio-alta, in modo da trasformare il glucosio in liquido. Appena bolle potete versare gli alimenti da friggere.

Leggi anche → Focaccine di zucca di Benedetta Rossi, come farle in padella

Se notate che il glucosio stia diventando troppo caramelloso, aggiungetene un altro po’. Ciò potrebbe verificarsi nel caso in cui la temperatura superi i 190°. Quando gli alimenti fritti raggiungono la giusta doratura, toglieteli dal fuoco e adagiateli su carta assorbente per eliminare i residui e gli sgocciolii del glucosio rimasto. La cottura è velocissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *