Gonfiore e flatulenza: i rimedi per non rinunciare ai legumi

I legumi sono fondamentali per la nostra dieta, ma comportano effetti collaterali come gonfiore addominale e flatulenza. Ecco i rimedi per non rinunciarvi.

Mani che porgono una manciata di fagioli freschi
Mani che porgono una manciata di fagioli freschi (foto da Pixabay)

Capita molto spesso di avere effetti collaterali dopo aver mangiato i legumi. Non è una novità, ma i legumi possono causare gas intestinali che comportano gonfiori e flatulenze imbarazzanti. Eppure, le nostre diete li richiedono perché fanno benissimo alla salute.

È praticamente impossibile rinunciare ai legumi, sono ricchi di ferro e contengono tante proteine, sono sani e gustosi. Insomma, sono presenti in ogni dieta corretta e più ne mangiamo e più ci abbassiamo il rischio degli effetti collaterali. Per prevenirli, ecco alcuni rimedi efficaci per evitare gli effetti collaterali, senza rinunciare a mangiarli.

Leggi anche → Come avere le ascelle sempre profumate? Basta non commettere questi errori

Ridurre gli effetti collaterali senza rinunciare a mangiare legumi

Sacchi contenenti legumi
Sacchi contenenti legumi (foto da Pixabay)

I legumi sono cibo nutriente che fa benissimo al nostro organismo. Madre Natura ce li ha concessi perché ricchi di ferro e di proteine vegetali. Nelle diete vegetariane o vegane sono indispensabili perché sostituiscono le proteine della carne e del pesce. I legumi, inoltre, danno subito un sentore di sazietà, fornendo energia grazie alle loro fibre.

L’apporto di fibre è eccellente per il nostro fisico e per la nostra salute: protegge il sistema immunitario e l’intestino. I legumi contengono molta vitamina B, ferro e zinco, perciò sono perfetti per una dieta sana e corretta. Spesso però comportano gonfiore addominale e flatulenza. Cosa fare per evitare che ciò accada? Prima di tutto bisogna lavarli bene.

I legumi sono ricoperti di polisaccaridi, componenti organici responsabili del gonfiore addominale. Basta lavarli bene con acqua fredda, anche prima della cottura, per ridurre gli effetti collaterali. Seconda accortezza: rispettare il tempo di cottura specificato. Se i legumi diventano morbidi sono più digeribili, perciò vanno ammorbiditi. Cuoceteli per bene, rendendoli morbidi e facilmente assorbibili dall’organismo. Inoltre, cercate di cambiare l’acqua durante la cottura, per renderli ancora più puliti e senza polisaccaridi.

Leggi anche → Spremuta d’arancia: perchè è una risorsa e come sfruttarla al meglio

Un altro rimedio molto utilizzato per ridurre l’imbarazzante e fastidioso effetto di flatulenza è quello di frullare i legumi per preparare hummus o falafel. È consigliabile utilizzare spezie o erbe per donare al pasto un aroma unico e gustoso: tra queste consigliamo anice, finocchio, cumino e maggiorana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *