Il costo della vita torna a salire: i motivi dietro il rincaro dei prezzi

Quali son i motivi dietro al rincaro dei prezzi?Per il 2022 si prevede infatti che i prezzi continueranno a salire o comunque a mantenersi alti

motivi dietro ai rincari
calcolatrice (pixabay)

Non che quello del covid sia stato un periodo particolarmente propenso per le finanze degli italiani ma l’economia quotidiana e familiare sembra volersi mantenere sullo stesso piano. Ce lo aspettavamo, visti i vertiginosi rialzi sulle bollette di elettricità e gas. Non solo questo, però, a complicare il quadro: bisogna anche considerare che, in periodo post-covid, ovviamente, la domanda di alcuni prodotti è cresciuta. Questo, secondo le leggi di mercato, ha portato di contro ad una salita dei prezzi degli stessi prodotti.

L’anno, a chiudere, non è stato favorevole neppure a livello climatico: i recenti fatti catanesi dovrebbero esserne una dimostrazione. Queste avverse condizioni metereologiche hanno influito gravemente sui raccolti, limitando la disponibilità di prodotti agrari, come frutta e verdura.

Ti potrebbe interessare anche-> Oli essenziali: quali usare in lavatrice per un bucato profumatissimo

I motivi dietro al rincaro dei prezzi

motivi dietro ai rincari
spese (pixabay)

Il fenomeno è stato portato alla luce durante l’evento online Commodity Agricole 2022, organizzato da Unione Italiana Food ed Areté.  Il presidente Luigi Gabriele spiega che la colpa è da imputare, appunto, al clima. Citando una breve porzione del suo discorso, in cui l’uomo si è soffermato su questo aspetto “La prolungata siccità ha devastato le produzioni ortofrutticole la scorsa estate e continua a far sentire oggi i suoi effetti. L’andamento anomalo del meteo incide sia sui prezzi dei derivati dei cereali” poi elenca una serie di prodotti che ora andremo a vedere nel dettaglio. Quello che però vorremmo sottolineare è l’ultima frase del discorso: il meteo, ci dice, incide sull’economia tutta, anche su campi che apparentemente ci sembrano lontani.

Ti potrebbe interessare anche-> Albero di Natale senza l’Albero: alcune idee da provare

I rincari riguardano in primo luogo il richiestissimo caffè, salito dell’ 8o%  e il latte, cresciuto del 60%.  Non che gli altri prodotti siano da meno: i rincari sono davvero generali, dai prodotti derivati dai cerali sino agli oli vegetali, frutta secca, cacao, legumi e zucchero, nulla è sottratto alla crescita dei prezzi.

I prezzi del mais non sono mai stati così alti negli ultimi 15 anni: il frumento duro ha risentito dei fenomeni metereologici avversi. Non va meglio neanche, come accennato, per latte e derivati: in Italia, da Maggio ad Ottobre, si stima una crescita fino all’ottanta percento. Anche il prezzo delle uova sale, complice un’epidemia di aviaria in ue.

Facendo il punto della situazione, aiutati dal Consumerismo No Profit, abbiamo:

  • Zucche: +25%
  • Pane: +10%
  • Pasta: + 30%
  • Carne: +5%
  • Latte: +5%
  • Banane: +70%
  • Funghi: +60%
  • Patate: +35%
  • Pere: +25%

serena garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *