Oli essenziali per purificare e profumare l’aria: ecco i consigliati

Oli essenziali per purificare l’aria e profumare l’aria: una soluzione decisamente più economica e percorribile rispetto ai profumatori in commercio.

oli essenziali aria
Oli essenziali (pixabay)

Entrare in una stanza ben profumata è una sensazione inebriante che piace a tutti: comunica immediatamente fiducia e benessere e ci mette di buon umore. Quando, soprattutto con la stagione fredda, si permane per più tempo in una stanza, magari anche in più d’uno, se si tratta di un ambiente pubblico come gli uffici, la situazione si aggrava o, almeno, è più difficile da gestire.

Per mantenere alta la qualità dell’aria, considerando che spesso è presente una gran quantità di agenti aggressivi negli ambienti domestici, bisogna spesso far ricorso a mezzi esterni. Questi “mezzi esterni” tuttavia alle volte hanno costi decisamente poco competitivi e abbordabili: un purificatore d’aria può costare tra i cento e cinquecento euro, nei casi di marchi più prestigiosi.

Ti potrebbe interessare anche-> Il gesto da fare assolutamente prima di entrare in casa, in molti non lo fanno

Purificare l’aria con gli oli essenziali

oli essenziali aria
lavanda (pixabay)

Come fare allora a mantenere salubre l’aria che respiriamo? Peli di animali, polvere in sospensione, umidità e anidride carbonica possono costituire un problema per le nostre vie respiratorie e per la nostra salute.

Ti potrebbe interessare anche-> Cioccolata calda al pistacchio, ricetta

Spendere un capitale per i mezzi di cui prima non è obbligatorio o necessario se ci volgiamo, ancora una volta, ad un approccio naturale. La prima cosa che viene in mente sono ovviamente le piante che, con i loro processi naturali, purificano l’aria. Anche però alcune erbe e oli essenziali purificano l’aria, non solo quindi profumandola ma migliorandone la qualità.

Questi oli, facilmente reperibili in erboristeria o online sono:

  • eucalipto
  • salvia
  • pino
  • rosmarino

Molti diffusori hanno in oltre forme particolari che addirittura possono diventare veri e propri pezzi arredamento.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *