Tiramisù e Strudel: la ricetta super che li unisce

Tiramisù e strudel, dovresti assolutamente provarli insieme. Prova questa ricetta che li unisce e non potrai più farne a meno

Tiramisù e strudel
tiramisù (pixabay)

Il tiramisù e lo strudel sono due signori dolci: entrambi must a loro modo. E..se li unissimo? Il risultato non può che farci venire appetito al solo pensiero. Seguite quindi questa ricetta che è in effetti un vero e proprio colpo di genio. Conquisterà sia la gola sia il nostro cuore. Pronti? Iniziamo.

Ti potrebbe interessare anche-> Torta allo yogurt, per un occhio alla linea e uno alla gola

La ricetta del Tiramisù e dello strudel assieme

Tiramisù e strudel
strudel (pixabay)

Vi serve:

  • 500mele Renette
  • 100uvetta
  • 80zucchero
  • 80pinoli
  • 1 cucchiaio di miele
  • 20 savoiardi
  • 400mascarpone
  • 4 uova
  • 120zucchero
  • Acqua
  • zucchero
  • cannella in polvere

Ti potrebbe interessare anche-> Cioccolata calda al pistacchio, il dessert autunnale sfizioso

Iniziamo dalle mele, sbucciate e tagliatele a quadretti. Mettetele in una teglia con  l’uvetta, i pinoli, lo zucchero, il miele e la cannella, e mescolate. Infornatele a 120 gradi per circa quindici minuti in un forno ventilato, girandole a metà cottura. Poi sfornatele e lasciatele raffreddare: a questo punto, dobbiamo pensare al mascarpone. Dividete i tuorli dagli albumi: montate a neve fermissima gli albumi e poi metteteli da parte.

Mettete i tuorli, nel mentre, in una scodella a parte e mescolateli assieme allo zucchero. Aggiungete il mascarpone. Ora dovrete prendere gli albumi e unirli al composto, delicatamente, per non smontare la crema, dal basso verso l’alto.

Ora preparate la bagna per il tiramisù-strudel: basta semplicemente aggiungere due cucchiaini di zucchero in acqua fredda. Dovete inzuppare i savoiardi nell’acqua, siate veloci o rischiate che si sfaldino, e disponeteli in fila sulla crema. Ricopriteli di uno strato di crema e poi di mele cotte. Continuate fino all’esaurimento di questi due ingredienti.

La massima conservazione consigliata è purtroppo d’un sol giorno, in frigorifero.

Serena Garofalo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *