La ricetta tradizionale della torta della nonna: un classico italiano

La torta della nonna, un classico della tradizione culinaria italiana: ecco la ricetta tradizionale dello storico dolce di origine toscana.

Ingredienti per la torta
Ingredienti per la torta (foto da Freepik)

La torta della nonna, un classico della tradizione culinaria italiana: ecco la ricetta tradizionale dello storico dolce di origine toscana. La paternità della torta è contesa tra Arezzo e Firenze.

Pasta frolla, pinoli, crema pasticcera, zucchero a velo. Sono gli ingredienti tradizionali di questo gustosissimo dolce che ha cresciuto generazioni e generazioni di ragazzi. La torta della nonna è un magnifico dolce fatto di pasta frolla e che racchiude una soffice crema pasticcera. Il ripieno è abbondante e morbido, il guscio croccante. Ma come preparare la torta?

Leggi anche → Mele in teglia: per un dessert a prova di principiante, la ricetta super facile

Gli ingredienti della torta della nonna: ricetta classica

Crema pasticcera
Crema pasticcera (foto da Pixabay)

Una spolverata di zucchero a velo e una manciata di pinoli creano la magia, con semplicità. Il bordo della torta deve essere alto circa 4 centimetri, inoltre il cosiddetto coperchio della torta deve avere uno stato sottile. La differenza tra una crostata e la torta della nonna è proprio lo strato superiore. Un dolce delizioso per la merenda o per un dopo pasto, i cui ingredienti sono:

  • 450g di farina 00
  • 200g di burro
  • 160g di zucchero semolato
  • 2 uova
  • Un po’ di scorza grattugiata di limone
  • Un pizzico di sale
  • ½ cucchiaino di lievito per dolci

Invece per fare la crema pasticcera occorrono:

  • 750g di latte fresco intero
  • 225g di zucchero semolato
  • 35g di amido di mais
  • 30g di farina 00
  • 3 uova e un tuorlo
  • Un cucchiaio di estratto di vaniglia

E in aggiunta:

  • 80g di pinoli
  • Zucchero a velo

Il procedimento non è difficile, bisogna partire dalla pasta frolla. Tagliate a pezzetti mezzo burro freddo e mescolatelo co0n la farina all’interno di una ciotola. Mixate tutto per bene fino a quando non otterrete un composto un granuloso. Spostate il composto su una spianatoia e fate un buco al centro, dove andrete a versare le uova, la scorza di limone e lo zucchero.

Compattate l’impasto con le mani e formate un panetto, rivestitelo con una pellicola trasparente e mettetelo in frigo. In frigo il panetto deve starci circa trenta minuti. Passate alla crema pasticcera. Versate il latte intero nel pentolino, aggiungendo l’estratto di vaniglia (ma va bene anche i semi di bacca). Portate a bollore, dopodiché aggiungete il tuorlo d’uova. Nel pentolino versate anche lo zucchero e mescolate. Nella farina versate le uova e l’amido di mais.

Appena il latte bolle smorzate il fuoco e versatelo nel composto, rimescolate per bene e poi rimettete nel pentolino. Cuocete a fiamma bassa fino a ottenere una crema pasticcera, mescolate di continuo per renderla vellutata e priva di grumi. A questo punto versate la crema in una pirofila e coprite con una pellicola trasparente. Lasciate raffreddare. Preriscaldate il forno a 160°, intanto infarinate il piano di lavoro.

Stendete con mattarello la pasta frolla fino a renderla sottile circa mezzo centimetro, poi dividetela in due cerchi. Uno deve essere leggermente più alto dell’altro. Col disco più spesso rivestite il fondo e i bordi di uno stampo imburrato, facendola aderire bene. Bucherellate il fondo della frolla con uno stuzzicadenti, dunque versate la crema fredda, livellando la superficie. Coprire con l’altro disco di pasta frolla.

Leggi anche → Torta alla zucca cotta nella friggitrice ad aria: leggera e genuina

Bucherellate la torta, spennellate con un po’ di acqua e distribuite i pinoli sulla superficie. Mettete la torta in forno per 50 minuti, poi mettete il forno a 180° e fate cuocere per altri dieci minuti. La torta dopo un po’ di gonfia e diventa dorata, i pinoli si tostano. Togliete dal forno e lasciate raffreddare per qualche ora, dunque distribuite lo zucchero a velo. La torta della nonna è pronta da gustare, per un paio di giorni si conserva a temperatura ambiente. In caso, potete riporla in frigorifero, anche se il freddo secca un po’ la crema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *