Tavolette di cioccolato: come scegliere le migliori quando si fa la spesa

Come scegliere le migliori tavolette di cioccolato durante gli acquisti? La scelta è ampia, ma esiste qualche accorgimento da seguire. Vediamo di cosa si tratta.

tavolette di cioccolato migliori
(Foto Pexels)

Al supermercato la scelta dei dolciumi e, in particolare, delle tavolette di cioccolato è piuttosto ampia. Fondente, bianca, al latte, premium, classica, qual è la differenza? E soprattutto come fare per scegliere la migliore? Vediamo alcuni suggerimenti.

Come scegliere le migliori tavolette di cioccolato

Al supermercato esistono varie tipologie di tavolette di cioccolato, c’è solo l’imbarazzo della scelta: fondente, al latte, alle nocciole, premium, classica. Come fare a distinguere e scegliere un buon prodotto? Per prima cosa bisogna partire sempre dalle indicazioni fornite sull’etichetta come:

cioccolato
(Foto Pexels)
  • ingredienti: meno ce n’è meglio è, in particolare prestare attenzione all’eventuale presenza di grassi saturi, vietati in Europa;
  • produzione: guardare sempre la provenienza di un prodotto, meglio se nazionale per avere più sicurezza di qualità;
  • origine: fondamentale per scegliere una buona tavoletta di cioccolato è conoscere l’origine delle fave di cacao. Sarebbe meglio prediligere aziende che hanno collaborazioni dirette con i coltivatori di cacao, così da tracciare tutti i processi di coltura, lavorazione, stoccaggio ecc. In questo modo il prodotto è al 100% sostenibile.

Potrebbe interessarti anche: Salame di cioccolato in barattolo: il dolce di Natale

La differenza tra tavolette di cioccolato classiche e premium

Solitamente, si definiscono “classiche” le tavolette di cioccolato fondente 50%, latte 30%, bianco, latte con nocciole. Mentre la qualità premium, più elevata, è composta da tavolette fondenti a percentuali di cacao superiori (da 75% a 95%) con o senza inclusioni di aromi e frutta, le biologiche e quelle con cacao monorigine. Bisogna sempre tenere conto del fatto che la percentuale di cacao è un fondamentale indicatore di qualità e non di quantità.

Potrebbe interessarti anche: La classifica dei supermercati più economici di Roma: dove conviene fare la spesa

Quanto costa una buona tavoletta di cioccolato?

Un’altra variante che determina la qualità del cioccolato è senz’altro il prezzo. Il costo di una tavoletta ne definisce anche la sua categoria, A,B, C e così via. In linea di massima, per una tavoletta di cioccolato standard da 100 g, il prezzo medio si aggira tra 0,70 € e 1 €, mentre per la qualità premium i prezzi vanno da 1.30 € a 1.80 €. In questa categoria, rientra non solo una cura maggiore del prodotto e una sua tracciabilità migliore, ma anche un confezionamento più pregiato e sofisticato che ha il suo costo.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *