S.O.S. bancomat, pin scoperti e conti al verde. Come puoi difenderti?

Attenzione alla truffa del pin bancomat. Milioni di italiani si sono trovati al verde, è allarme in tutto il Paese. Sono a rischio tutti, nessuno escluso. 

Bancomat perché stanno scomparendo
Bancomat perché stanno scomparendo Foto dal web

Un recente studio condotto dall’Università di Padova ha scoperto come un algoritmo sia in grado di rubare i pin dei bancomat e permettere ai truffatori di lasciare milioni di conti al verde. Purtroppo nella trappola dei raggiri ci sono cascate diverse persone ragion per cui è stato lanciato l’S.O.S. Scopriamo insieme come funziona la truffa e a cosa si deve stare attenti.

La vita degli sportelli bancari per prelevare è assai breve, gli italiani sono abituati a recarsi presso la filiale di fiducia per reperire soldi liquidi, diverse volte capita di dover digitare il pin segreto con alle spalle diverse persone, a causa delle lunghe attese. Per istinto si cerca di coprire il numero segreto che si sta per digitare, questa misura di sicurezza non basta più, dal momento che è possibile rubare il pin da comodamente da casa.

Potrebbe interessarti anche —> Test della personalità, cosa vedi nell’immagine? Ciò che ti appare rivela molto di te

Fate molta attenzione quando andate a prelevare, potrebbe succedere di tutto

canone rai, arretrati
soldi (da pixabay)

Esiste un algoritmo che permette ai truffatori di scoprire il vostro bancomat in pochi secondi, lo studio è stato portato a termine dal gruppo Spritz (Security and Privacy Through Zeal) dell’Università di Padova. Gli studiosi hanno chiamato la ricerca “Hand me you pin! – Passami il tuo pin”, perché alla fine è di questo che si tratta, di un passaggio nemmeno troppo faticoso. Tutti i pin possono essere scoperti con facilità. La truffa si tiene in piedi con l’utilizzo di una telecamera e con delle reti artificiali create appositamente. In questo modo i truffatori possono ricreare uno sportello simulato che registra tutti i movimenti delle vittime, gli stessi movimenti poi saranno replicati per prelevare denaro illecitamente. 

Potrebbe interessarti anche —> Romina, Mara Venier svela: “Innamorata di nuovo, come con Al Bano”

Grazie all’intelligenza artificiale e quindi all’algoritmo, scoprire il pin è un gioco da ragazzi. I tasti premuti vengono registrati e quindi per i malviventi saranno facilmente replicabili. Lo studio ha notato come l’algoritmo sia affidabile al 41% in caso di 4 cifre e 30% in caso di 5 cifre.

La cosa migliore da fare per evitare di essere truffati è individuare una combinazione numerica superiore alle 5 cifre, più è lungo il numero più l’algoritmo avrà difficoltà ad individuarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *